Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

TRAPPOLA PER TOPI

Dal regista agli attori: un'ottima prova corale

Recensione:
Trappola per topi

Si apre il sipario, in scena l’ingresso di una casa vecchio stile. Piuttosto elegante, ma non particolarmente ricercato. Una degli ospiti, più tardi, si premurerà di farlo notare, non senza astio. Si tratta dell’entrata di una piccola pensione a gestione familiare, Monkswell Manor. Un  esercizio appena aperto, gestito da una coppia di sposi: Molly e Giles. Innamorati, senza dubbio. Giovani, inesperti e innamorati. Distratta, portata dalla radio in scena come un solitario e malinconico sbuffo di vento, una notizia. Apprendiamo così della morte di una donna, a Londra, per strangolamento. Il fatto però, rispetto all’aria di normalità e gioia che si respira a Monkswell Manor, a poche ore dall’apertura, sembra davvero distante, alieno.

Non è così. La donna assassinata, in qualche modo, è legata a una o più tra le persone presenti alla pensione. Ma a chi? In che modo? A complicare le cose, una terribile tormenta di neve, che si erge quasi a personaggio del racconto. Agatha Christie, autrice del testo da cui è tratto il dramma, se ne serve come espediente per circoscrivere l’indagine. Un omicidio avverrà a Monkswell Manor e, necessariamente, solo uno dei presenti potrà esserne l’autore. Non solo, ma tutti, anche dopo il delitto, si troveranno costretti a rimanere a contatto, preda di sospetti, paure, angosce.

L’atmosfera di tensione che si respira in ogni pagina della regina del giallo viene temperata, nella non banale trasposizione operata dal regista Stefano Messina, da diversi momenti di divertimento, che addirittura avvicinano la rappresentazione, per lunghi periodi, a una commedia. A ciò contribuisce anche la notevole vena degli attori, capaci di un’ottima prova corale. Dopo ogni battuta però, d’improvviso, la scena può cambiare. Basta una parola, un suono, un grido. L’aria si fa pesante, carica di mistero. Un mistero che terrà ben desta l’attenzione degli spettatori fino al finale, per nulla prevedibile.

 

Visto il 27/12/2011
al teatro Della Corte di Genova (GE)

Trappola per topi
Prosa
Informazioni principali
Regista
Stefano Messina
Protagonista
Compagnia Attori & Tecnici

Damiano Verda

  Redattore

www.damianoverda.it Genovese, classe 1985, ingegnere informatico, appassionato tanto di scrittura quanto di teatro. There’s four and twenty mi...

>> continua