SOTTOBANCO

Sottobanco, la scuola negli anni 90

Recensione:

La vicenda si svolge l’ultimo giorno di scuola, in un istituto tecnico della periferia romana, nel momento in cui il corpo docente è chiamato a pronunciarsi sull’analisi finale, quella che decreta la promozione o la bocciatura degli allievi. 

Per fatiscenza è crollato il soffitto della biblioteca e il consiglio di classe è costretto a riunirsi nei maleodoranti locali della palestra per dibattere sul destino di una classe irrequieta e bizzarra, dove spicca la presenza imbarazzante di un allievo che dividerà il giudizio dei professori. 

Il dibattito diventerà pretesto per scatenare accuse, recriminazioni, rese dei conti derivanti da gelosie e rancori pregressi. Tra meschinità e pettegolezzi, vi sarà anche spazio per la nascita di un amore fra due insegnanti particolari: la professoressa Baccalauro e il professor Cozzolino, sulla scena la De Laurentis e Della Corte. 

Nasce come commedia ma può diventare subito dramma se si pensa che è stata portata in scena sedici anni fa e la situazione della scuola è rimasta pressochè invariata. Con leggerezza ma non con superficialità il tema del degrado scolastico fa da padrone, e la mano di Starnone riesce ad un certo punto a confondere i ruoli tramutando insegnanti in studenti e viceversa. 

Tutto questo è raccontato da Boccaccini in maniera dinamica, divertente e ironica allo stesso tempo come il regista romano sa fare. Il risultato è una piéce piacevole che vale la pena di vedere, per gli spunti di riflessione e di ilarità che porta con sé.

 

Visto il 24/04/2010
al teatro Dehon di Bologna (BO)

Sottobanco
Prosa
Informazioni principali
Regia
Claudio Boccaccini
Protagonista
Gaia De Laurentiis, Felice Della Corte

Mary Ferrara

  CAPOREDATTORE

Romana de’ Roma – e ne va fiera: Maria Domenica (o come la chiamavano tutti, Mary) è da sempre amante dello spettacolo. Dopo un master in comunic...

>> continua