Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

ODISSEA A/R

Il viaggio poetico di Emma Dante

Recensione:

Un'azione corale, una marcia ritmica, cadenzata, corpi che si muovono in maniera sincrona fino a dar vita a un nuovo, originale e meraviglioso organismo, segno e simbolo della tecnica scenica di Emma Dante. Da questa "fila indiana" di corpi in anonimato, in tenuta collegiale, prendono gradualmente forma e definizione figure e personaggi protagonisti di un viaggio poetico al confine tra mitologia e attualità.

Riprendendo il percorso già iniziato con "Io, Nessuno e Polifemo", Emma Dante porta in scena "Odissea a/r", spettacolo conclusivo del biennio di studi della scuola del Teatro Biondo di Palermo da lei diretta. Sulla scena i 23 allievi-attori, tasselli di un perfetto mosaico, elementi di un ingranaggio scenico dal fortissimo impatto visionario ed evocativo. Segno, simbolo e sogno si fondono e trovano espressione attraverso una continua trasformAzione animata, in cui ogni oggetto, corpo, parola, abbandona la propria forma originaria, la propria struttura, per dare vita a scenari onirici in cui lo spettatore è catapultato al confine tra verità scenica e immaginario collettivo.

La tela di Penelope, metri e metri di stoffa nera che scorre ritmicamente tra le mani di tutto il gruppo, un vero telaio umano, diventa così un intricato labirinto in cui Penelope cerca il proprio uomo, e poi ancora sudario di morte, che soffoca e opprime la donna ormai seppellita viva, liberata infine dal giovane Telemaco. E ancora strisce di carta bianca si tramutano in onde marine, su cui galleggiano le parole di apprensione e speranza dettate da Penelope, per poi infrangersi sui corpi di chiassosi e irriverenti bagnanti in bikini. Ironia e poesia sono i due tratti distintivi di questo lavoro, la prima trova espressione attraverso la parodia del dialetto siciliano e i connotati volutamente grotteschi di alcuni personaggi, come il dio Zeus, narcisista ed egoico, o ancora la maga Circe e il suo entourage di sirene, vanesie veline portatrici di corpi in pura e assoluta esposizione.

Il viaggio di Ulisse diventa così il viaggio di un'intera collettività, un'andata e ritorno attraverso il mito e la storia ma anche attraverso i lati più reconditi e attuali dell'umanità. «Il motore di tutto è il movimento verso la propria origine» afferma Emma Dante nelle note di regia, e questo spettacolo è un movimento, un'onda emotiva e stravagante, ammaliatrice e portatrice di verità. Un'enorme barca a vela che mostra come ognuno di noi, proprio come Ulisse, può perdersi, ritrovarsi, andare, tornare e ognuno di questi movimenti, ogni viaggio, ogni passo, è connesso ad una fitta trama di legami umani, emotivi e carnali che sono l'essenza del viaggio, ciò che separa e connette a/r.

 

Visto il 10/11/2016
al teatro Bellini di Napoli (NA)

Odissea A/R
Prosa
Informazioni principali
Regista
Emma Dante
Protagonista
---

Riccardo Limongi

  DIRETTORE

Giornalista e scrittore, dopo aver ricoperto la carica di Vice Segretario Generale in alcuni Enti Locali, attualmente si occupa di Comunicazione istit...

>> continua