Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

MARITI E MOGLI

Riflessioni e sorrisi per una commedia frizzante

Recensione:
Mariti e mogli

“Mariti e mogli” approda nei teatri grazie alla sottile intuizione di Francesca Reggiani e alla genialità di Monica Guerritore. La traduzione teatrale di uno dei capolavori cinematografici firmati Woody Allen si rivela in tutta la propria brillante ironia.

Dal cinema al teatro

Una versione teatrale fedele quella di Monica Guerritore, rispettosa traduttrice del plot e della regia del film americano. Così allo stesso modo ci si trova nel mezzo di storie di vita coniugale, tradimenti e passioni, timori, sicurezze e insicurezze. Coerente protagonista la costante opposizione tra la giovinezza e l’età matura, tra la spensieratezza e le paure innanzi alla possibilità ricominciare, lasciandosi alle spalle una –non più- solida vita di coppia per lanciarsi in nuove esperienze.


Una regia e un cast eccellenti

Brillante l’idea della Reggiani, amante del genio Woody Allen, ma non meno azzeccato l’adattamento di Monica Guerritore, strepitosa attrice e direttrice di una compagnia di otto personaggi che si dimostrano perfetti interpreti di una commedia frizzante.
Momenti di meditazione e leggera tristezza si alternano, intervallati da studiate silenti pause, a vivaci e argute battute dei protagonisti, in un continuo passaggio da riflessive sequenze a tempi incalzanti.

 

Visto il 04/04/2018
al teatro Politeama Rossetti (Sala Assicurazioni Generali) di Trieste (TS)

Mariti e mogli
Prosa
Informazioni principali
Regia
Monica Guerritore
Protagonista
Monica Guerritore - Francesca Reggiani

Cristina Rovis

  CAPOREDATTORE

All’età di sei anni inizia lo studio della danza classica, intraprendendo, negli anni successivi, anche lo studio delle danze modern jazz e hip hop...

>> continua