Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

LOSTLAND

Il palcoscenico del Ridott…

Recensione:

Il palcoscenico del Ridotto del Teatro Mercadante di Napoli si trasforma nell'evocazione del ricordo di una "terra perduta" grazie a Lostland, spettacolo musicale di e con Mauro Gioia, una produzione Jando Music (IT) in accordo con Prod JV (FR). In Lostland si susseguono un certo numero di canzoni ed ogni canzone è un mondo, una storia in una storia più grande che ne fa da cornice, ossia quella per cui un uomo, un cantante che vola via dalla natia Napoli per trovare in America una fortuna che nella città natale appare caduca ed effimera. Ma il mito dell'America, quello che era il Nuovo Continente agli inizi del secolo passato, non è in grado di soddisfare i migranti napoletani a cui sempre manca il cielo di Napoli. Ecco che si palesa allora il bisogno dell'uomo di non dimenticare le proprie radici, poiché solo avendo coscienza di ciò, è possibile realizzarsi e non snaturare la propria anima.
La voce narrante e cantante di Mauro Gioia, che mette in scena un viaggio nella lontana America, si unisce inoltre a proiezioni sullo sfondo del palco che ospita i musicisti: sono scene quelle proiettate tratte dall'omonimo cortometraggio Lostland di Antonio Pascale e dello stesso Mauro Gioia, che vuole rendere maggiormente viva la tematica dell'appartenenza alla propria terra. E per ricordare il centro tematico della vicenda, vanno citate le occasioni in cui il protagonista del cortometraggio, lo stesso Mauro Gioia, incontra un vecchio pizzaiolo, impersonato da Burt Young, il quale ricorda, con accorate parole, il lavoro dei suoi fratelli maggiori, emigrati da Napoli verso l'America per trovare fortuna sfornando pizze nuove sempre più saporite, ma senza dimenticare la dolce terra d'origine. Il tutto accompagnato dalle note di canzoni, sia inedite sia arrangiamenti della tradizione napoletana, come "Tu vuo' fa' l'americano" di Renato Carosone, a sottolineare l'impossibilità, ancora una volta, di vivere senza il passato, che è memoria.
Lostland sembra insomma voler ricordare a quanti, oggi come allora, fuggono dal proprio paese in cerca di una realizzazione altrimenti insperata, come il tenere ben salda la propria origine nella memoria sia la chiave della coerenza, la vera realizzazione di se stessi.

 

Visto il 09/01/2016
al teatro Mercadante - sala Ridotto di Napoli (NA)

LOSTLAND
Musical e varietà
Informazioni principali
Regia
Mauro Gioia
Protagonista
---

Salvatore Di Marzo

  Redattore

Nato e laureato a Napoli, Salvatore Di Marzo collabora a diverse testate giornalistiche e progetti culturali universitari con articoli e recensioni.&n...

>> continua