Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

LA MATEMATICA DELL'AMORE - RADICE DI 2

La tenera e alterna vicenda d…

Recensione:

La tenera e alterna vicenda di vita di Geraldina e Tommaso nata in età scolare nel giardinetto comune retrostante le reciproche case, muove timidamente i primi passi sui banchi del liceo per esplodere poi passionalmente in età finalmente adulta concretizzandosi in una ineguagliabile storia d’amore colma di alti e bassi, tracimante di continui confronti e traballante dinnanzi alla sua stessa forza. Due rette che ora sembrano incrociarsi in un punto comune, ora sembrano invece destinate a percorrere vie parallele nell’unica condivisione di un piano fatto di elementi ad ambedue comuni ma visibili comunque da angolazioni diverse. Geraldina e Tommaso profondamente diversi ma talmente uguali da non poter scordare gli attimi preziosi dei semplici giochi infantili, la tenerezza degli sguardi adolescenziali, la bellezza della scoperta della sensualità, il desiderio di una vita da condividere. L’abile mano della regia di Enrico Maria Lamanna rende frizzante e pieno di ritmo il gioco alterno del rintuzzarsi continuo dei personaggi. E' una piece completa, che parla d'amore in tutte le sue forme, di malattia, di personalità, di gioco e di dramma. Ma con un unico denominatore: il pensiero positivo. Nonostante le differenze caratteriali di Geraldina e Tommaso, entrambi hanno la forza ed il desiderio di affrontare la vita con entusiasmo e sono una fonte di amore e sostegno continuo l'un per l'altro. Nei momenti di cedimento l'altro sarà il bastone che aiuterà la presa. L'amore si esprime in tutta la sua potenza, ma solo di fronte alla malattia di Geraldina si manifesterà totale, strappando più di una lacrima di commozione. In questo momento in cui i sentimenti si usano e gettano senza dar loro modo di crescere, assistere a questa rappresentazione fa riflettere sulla loro importanza e sulla necessità di ridimensionare i concetti di amore, fedeltà e dedizione. Michele La Ginestra è un Tommaso un pò bambinone, insicuro, introverso e "comune", che fa ridere fino alle lacrime ma che emoziona senza sosta quando rivela di avere un'insospettabile anima saggia. Edy Angelillo è una splendida bambina creativa e giocosa che diventa precocemente donna dovendo affrontare una malattia che l'accompagna da sempre. Poliedrica e sempre elegante nella sua recitazione, con La Ginestra ha creato un feeling recitativo come pochi. Per tutti quelli che non credono più nell'amore e per i giovani che hanno bisogno di vederne l'altra faccia, quella più profonda e magica. TEATRO ITALIA - ROMA Replica del 25 Marzo 2009 Dal 24 marzo al 5 aprile 2009

 

al teatro Nestor di Frosinone (FR)

La Matematica dell'amore  - Radice di 2
Prosa
Informazioni principali
Regista
Enrico Maria Lamanna
Protagonista
Edy Angelillo, Michele La Ginestra

Maria Domenica Ferrara

  CAPOREDATTORE

Romana de’ Roma – e ne va fiera: Maria Domenica (o come la chiamavano tutti, Mary) è da sempre amante dello spettacolo. Dopo un master in comunic...

>> continua