Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

FRIDA

Lo spettacolo Frida di Mir…

Recensione:

Lo spettacolo Frida di Mirko Di Martino si configura come un concretizzarsi delle letture, sempre per sua cura, delle pagine del diario della pittrice messicana occorse nell'ambito della scorsa edizione di Maggio d'arte presentata dal Nuovo Teatro Sancarluccio. Allora, attraverso i monologhi di Frida Kahlo si dipingeva - è il caso di dirlo - nella mente del pubblico il percorso vitale e la maturazione di pensiero e di pittura. La drammaturgia, interpretata da Titti Nuzzolese (Frida Kahlo) e Peppe Romano (Diego Rivera), mantiene un certo grado di parentela con l'impostazione data alle letture, ma ne arricchisce il senso in quanto non si tratta più del solipsismo di Frida, ma della messa in evidenza delle circostanze che hanno reso Frida Kalho pienamente cosciente de sé. Tale effetto, che subalterna l'idea della pittrice solitaria compagna di se stessa, si intreccia con la vita pubblica del marito e pittore e segretario del Partito Comunista Diego Rivera.

Sono così descritte e contrapposte, e per questo complementari, le figure di Diego e Frida, il primo ambizioso e donnaiolo, la seconda sognatrice e inutilmente desiderosa, per la per così dire frivolezza in tal senso del compagno, di una tranquilla vita matrimoniale. E nel palesarsi degli scontri tra i due prendono forma uno dopo l'altro i dipinti di Frida nella sua particolare visione della realtà. In questo senso vengono esplicati quelli che sono i simboli che pervadono talune opere evocate dallo spettacolo, che per questo ha il merito, affrontando la problematica questione dell'appartenenza della pittura di Frida all'ispirazione surrealista, di sottolineare come i soggetti delle sue opere non siano frutto di visioni oniriche, ma incentrate su complesse reti di immagini, spesso crude, di cui ella vede costellata la realtà secondo il suo carattere e la sua esperienza di vita.
Per una nota tecnica, infine, pare opportuno specificare come la scenografia, se pur ridotta all'essenziale per rappresentare un ambiente inerente all'ambito pittorico, insieme col disegno luci, che con la prevalenza di luci calde paiono rimandare a calore delle terre messicane, intercalano l'appassionata recitazione dei due interpreti nelle istanze immortali della vita di Frida: la pittura e la terra del Messico.

 

Visto il 04/12/2016
al teatro Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli (NA)

Frida
Prosa
Informazioni principali
Regia
---
Protagonista
---

Salvatore Di Marzo

  Redattore

Nato e laureato a Napoli, Salvatore Di Marzo collabora a diverse testate giornalistiche e progetti culturali universitari con articoli e recensioni.&n...

>> continua