Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

ALLA STESSA ORA IL PROSSIMO ANNO

Risate al S. Babila con Columbro e G.De Laurentiis

Recensione:

Un letto color confetto, carta da parati decorata con motivi floreali e un grosso quadro a sovrastare la scena. È una stanza di un motel come tanti, ma è proprio in quella stanza, a una certa ora di uno specifico giorno che ogni anno accade qualcosa di particolare. È “Alla stessa ora il prossimo anno”, in scena al teatro San Babila dal 12 al 15 marzo, per la regia di Giovanni De Feudis.

È l’inizio degli Anni ’50 e George (Marco Columbro) è in viaggio per affari in California, mentre Doris (Gaia De Laurentiis) si è presa una pausa dalla famiglia per affrontare un ritiro spirituale. Due sconosciuti, due persone così diverse, ma con alcune cose in comune: sono entrambi sposati, tutti e due hanno dei figli, entrambi scelgono lo stesso ristorante per cenare. È qui che George la nota e le invia un curioso e insolito omaggio: la specialità della casa e i due finiscono in una camera di un motel californiano travolti dalla passione. La mattina successiva, George si sveglia nello stesso letto con una sconosciuta e realizza scioccato di aver tradito sua moglie. Anche Doris è sveglia e si accorgono entrambi d’esser schiacciati dai sensi di colpa. Conversano piacevolmente e un particolare feeling nasce tra i due., così per superare lo schock decidono di rivedersi: il prossimo anno, lo stesso giorno, la stessa ora, stesso motel, stessa camera. E così avviene e continua l’anno dopo e poi l’anno dopo ancora, instancabilmente anno dopo anno la storia tra i due amanti continua inesorabile. George e Doris con le rispettive famiglie, a turno, cambiano lavoro, si trasferiscono, hanno altri figli, maturano caratterialmente e cambiano le idee politiche, ma il loro amore resta immutato e attraversa i decenni sempre puntuale in quell’unico appuntamento, ricco di sesso, passione, e conversazioni liberatorie cariche di amore.

Alla stessa ora il prossimo anno”, scritta dall’autore canadese Bernard Slade, è stata rappresentata per la prima volta nel 1975 al Brooks Atkinson Theatre di Broadway con il titolo originale “Same time, next year”. Raccogliendo ben millequattrocentocinquantatre rappresentazioni è diventata una tra le più famose e amate commedie romantiche del Ventesimo secolo ed è considerata la migliore fra tutte quelle a due personaggi rappresentate a Broadway. Vincitrice del Drama Desk Award è stata rappresentata in ben quaranta lingue in tutto il mondo. Del 1978, invece, la trasposizione cinematografica diretta da Robert Mulligan.

Nello stesso anno la commedia è approdata per la prima volta in Italia, interpretata da Enrico Maria Salerno e Giovanna Ralli. Nel 2001 la rappresentazione interpretata da Marco Columbro in coppia con Maria Amelia Monti fa registrare ottime affluenze a tutti i botteghini.

A quindici anni da quel primo successo, il teatro San Babila ha riservato una buonissima accoglienza allo spettacolo di De Feudis, lasciando rari posti vuoti tra le poltroncine. Commedia leggera e divertente, riesce a colpire il pubblico, interessarlo in ogni istante e a strappare sonore risate con battute davvero irresistibili.

Columbro si conferma protagonista insostituibile, come confermato dai lunghi applausi del  pubblico, e con una comicità preziosa arricchisce il suo personaggio di espressioni uniche. Gaia De Laurentiis con un’ironia irresistibile è un partner perfetto in grado di interpretare il suo personaggio con la sua vivacità caratteriale che accende, cattura e mantiene alto il ritmo in continuazione. Tanto carisma, moltissime battute comiche e una coppia perfetta per una commedia in grado di riempire davvero molto piacevolmente la serata.

 

Visto il 14/03/2015
al teatro San Babila di Milano (MI)

Alla stessa ora il prossimo anno
Prosa
Informazioni principali
Regista
Giovanni De Feudis
Protagonista
---

Donato Panico

  Redattore

Autore e scrittore comasco, nato a Erba nel 1983. Diplomatosi ragioniere perito programmatore nel 2002 ha lavorato a lungo come amministratore del pe...

>> continua