Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

ALADIN - IL MUSICAL GENIALE

Aladin vola (sicuro) nel regno del family show

Recensione:
Aladin – Il musical geniale © Massimiliano Fusco

Aladin – Il musical geniale, la nuova produzione ideata e diretta da Maurizio Colombi sembra davvero avere tutte le possibilità per replicare il precedente successo di spettacoli (quali Peter Pan, Rapunzel e La regina di ghiaccio, grazie al lavoro di un team creativo ormai più che rodato, composto da Alessandro Chiti per la scenografia (24 cambi scena che lasciano il pubblico a bocca aperta, non fosse altro per l’evidente investimento produttivo); Francesca Grossi per gli scintillanti costumi nel tipico stile “notti d’Oriente”; Rita Pivano per le agili – e molto televisive – coreografie; Erix Logan per gli effetti speciali (la scena di maggior impatto emotivo è in effetti il volo sopra Bagdad dei due protagonisti, seduti sul tappeto magico).

Il collaudato lavoro di contaminazione musicale di Davide Magnabosco, Paolo Barillari e Alex Procacci – autori di 14 dei 17 brani che compongono la colonna sonora dello spettacolo – spazia dalla musica pop internazionale a un più che riconoscibile medley di successi italiani, attraverso il quale sottolineare una scena d’amore nel secondo atto (sulle note di brani quali Oro di Mango e Sei bellissima di Loredana Bertè) e si coniuga efficacemente con la sontuosa ambientazione “Bollywood-style”, che questa volta sembra immergere il pubblico in un’atmosfera sì apprezzata, ma lontana da quel “Broadway-style” con cui abitualmente in Italia si definisce musical uno spettacolo realizzato seguendo i tradizionali canoni del family show.

Personaggi classici e inediti

Nella storia il pubblico ritrova tutti i personaggi della fiaba tratta da Le mille e una notte: Aladin (Leonardo Cecchi), Jasmine (Emanuela Rei), il malvagio Jafar (interpretato in modo autoironico e leggero da Maurizio Semeraro) e il saggio Sultano (Daniele Derogatis).

Anche i personaggi inediti fanno la loro figura, come l’effervescente coppia formata da Aisha (Gloria Miele), ancella della principessa e Abdul (lo scaltro ladruncolo interpretato da Renato Crudo) e Skifus (lo spassoso Jonathan Guerrero), assistente – senza lingua - di Jafar.


Una coppia geniale

Motore di questo adattamento è la coppia formata da Sergio Friscia e Umberto Noto, che vestono i panni di Nello, il Genio dell’anello e Thor, il Genio della lampada: si tratta di una coppia di Titani, fratelli in perenne disaccordo, che vengono perciò condannati dagli dei dell’Olimpo a vivere separati sulla Terra, prigionieri dei rispettivi feticci, e tenuti a esaudire i desideri dei padroni che li evocano.

A livello drammaturgico, per quanto efficace, risulta però un azzardo importante mischiare alcuni elementi della tradizione orientale (come le gesta di Gengis Khan) con la mitologia scandinava e con quella greca.
I due attori risultano effettivamente geniali e affiatati insieme sul palcoscenico: la trascinante simpatia di Nello è contenuta (senza mai cadere nella noia) dai seriosi modi di fare e dalla cauta diffidenza nei confronti degli esseri umani da parte di Thor.



Se a questa diade vincente si aggiungono due giovani protagonisti, credibili e preparati (Leonardo Cecchi ed Emanuela Rei), forti del successo di serie tv per ragazzi come Alex & Co. e Maggie & Bianca Fashion Friends, il risultato è un buon prodotto, di sicuro appeal per il grande pubblico (family), ma meno appetibile sul piano drammaturgico. Almeno per i cosiddetti musical lovers.

 

Visto il 12/12/2019
al teatro Alfieri di Torino (TO)

Aladin - Il Musical Geniale
Musical e varietà
Informazioni principali
Regista
Maurizio Colombi
Protagonista
Leonardo Cecchi, Emanuela Rei

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua