Teatro

Zeffirelli firma la regia di ‘Rigoletto’ per la Royal House Opera Muscat

Alla presenza del Maestro Franco Zeffirelli, presentata l’opera e il bozzetto della scenografia del prossimo spettacolo in Oman

Il Maestro Franco Zeffirelli
Il Maestro Franco Zeffirelli

Si è tenuta ieri la conferenza stampa di presentazione dell’opera dell’opera Rigoletto, una nuova produzione della Royal House Opera di Muscat, in scena nella capitale dell’Oman a settembre 2020. L’allestimento sarà realizzato in collaborazione con la Fondazione  Arena  di  Verona  per  le  scenografie,  Fondazione  Teatro  dell’Opera  di  Roma  per  i costumi  e  in  partnership  con  la  Fondazione  Franco  Zeffirelli.  Al  progetto  aderiscono  in  qualità  di  coproduttori  il  Teatro Nazionale  dell’Opera  della  Lituania e  il  Teatro  Nazionale  Croato  di  Zagabria.

Royal Opera House: un’istituzione culturale

Presente in conferenza, il Maestro Franco Zeffirelli ha lasciato la parola alle parti attive di questo progetto. Ad aprire l’incontro è stata infatti S.E. Rawya Saud Al Busaidi, Ministro dell'Alta Educazione dell'Oman e Presidente del Consiglio di Amministrazione della Royal Opera House Muscat. Ha dichiarato così alla stampa: "Una realtà istituzionale dal forte valore iconico, simbolo dell'identità culturale. Un'attività multidisciplinare che evidenzia una straordinaria volontà di aprirsi al mondo ed essere fermento culturale di unione e pace tra i popoli anche grazie al linguaggio universale della musica, considerato l'ampio spettro di generi che contraddistingue la programmazione" .

Saud Al Busaidi ha tenuto a precisare che l’Oman, nel produrre il Rigoletto, si aspetta ripercussioni in termini di turismo culturale internazionale. Alle dichiarazioni di Saud Al Busaidi si sono aggiunte quelle di Umberto Fanni, Direttore Generale e Artistico della Royal Opera House Muscat, che ha sottolineato il processo di trasformazione del Royal Opera House da teatro ospitante a teatro di produzione.
 

Rigoletto: un lavoro che dopo molti anni vede il suo compimento

"Era sempre stato il suo sogno nel cassetto - ha rivelato Pippo Corsi Zeffirelli, Vicepresidente della Fondazione Franco Zeffirelli - Rigoletto è un'opera le cui potenzialità hanno sempre molto intrigato il Maestro e alla quale, in alcuni momenti della sua carriera, in un lontano passato, si era avvicinato senza mai portare fino in fondo il progetto. Poi, un anno fa ha cominciato insieme al suo storico assistente alla regia Stefano Trespidi, a concentrarsi sul Rigoletto per l'Oman. Abbiamo raccolto, e stiamo tuttora raccogliendo tanto materiale intorno a questo titolo. Idee, schizzi, appunti e precisi piani di lavoro. Da questo lavoro ne emerge un quadro registico del tutto in linea ed omogeneo, nel quale il Maestro si è avvicinato in più riprese offrendo una lettura molto coerente con le profonde contraddizioni interiori del protagonista".
 

Maria Domenica Ferrara

  CAPOREDATTORE

Romana de’ Roma – e ne va fiera: Maria Domenica (o come la chiamavano tutti, Mary) è da sempre amante dello spettacolo. Dopo un master in comunic...

>> continua