Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Shakespeare torna in scena al Globe Theatre: il programma presentato da Proietti

Anche quest’anno la città di Roma avrà la stagione elisabettiana, tra norme di sicurezza, vecchi titoli e novità: dal 29 luglio si aprono le porte del Silvano Toti Globe Theatre a Villa Borghese.

Globe Theatre - Roma
Globe Theatre - Roma

Come ogni programmazione post lockdown, anche per il Globe Theatre di Roma si sospettava la sospensione della stagione annuale. Fortunatamente, con il rispetto delle norme di sicurezza, Gigi Proietti anche quest’anno regalerà il teatro elisabettiano agli spettatori. 

Un appuntamento che ormai dura dal 2003 e che fa parte di Romarama, il programma culturale promosso da Roma Capitale, la stagione del Silvano Toti prenderà il via il 29 luglio e terminerà a settembre.

Gigi Proietti non ha ripiegato sul 'teatro soccorso' fatto di stagioni ridotte o presentazione di monologhi, benché la scelta di presentare un cartellone classico possa ritenersi rischiosa. Come lui stesso ha affermato: "E' un gesto di coraggio. Come si dice a Roma, c'è voluta la mia 'tigna', soprattutto per non fare una stagione di monologhi, ma di spettacoli 'veri'. (Fonte citazione: Ansa). 


E sulla riduzione della capienza e il distanziamento sociale, prosegue con ironia: "Rispetteremo tutte le misure di sicurezza - assicura Proietti (i posti scenderanno da 1200 a 400-450 a sera) - anche se mi viene un po' da ridere: in questo momento l'unico modo per abbracciarsi in scena è che un attore faccia goal" (Fonte citazione: Ansa).

Gli spettacoli in scena: qualche anticipazione

Sono diverse le proposte che compongono il cartellone della stagione 2020. Il 29 luglio si apre con lo spettacolo Venere e Adone (Info e Date) per la regia di Daniele Salvo. Il poema più popolare dell’età elisabettiana, è forse in questo momento una necessità per il pubblico che vive questo presente su una bilancia che oscilla tra il perduto e dimenticato. In scena Melania Giglio (Venere) e Riccardo Parraccini (Adone).

Venere e Adone


Un'altra immancabile opera, ormai un’istituzione delle stagioni al Globe è il Sogno di una notte di mezza estate (Info e Date) per la regia dell’indimenticabile Riccardo Cavallo. Onirica e irreale, è una delle opere più amate del drammaturgo inglese. Mondi diversi che si intrecciano e che creano un’atmosfera unica. Comicità, poesia e follia caratterizzano il racconto. Tra gli attori in scena: Claudio Pallottini (Tom), Fabio Grosso (Puck) e Marco Simeoli (Peter Quince).

Chiude la rassegna di spettacoli la regista Loredana Scaramella con La dodicesima notte (o quel che volete) (Info e Date) in scena a settembre. Protagonista della commedia il tempo con le dodici notti durante le quali si svolge la vicenda. La fretta dei protagonisti, specchio di una modernità frenetica e dei cicli vitali dell’essere umano.  Tra gli attori in scena: Claudio Benvenuti (Sebastiano), Roberto Mantovani (Capitano) e Carlotta Proietti (Olivia).

Sogno di una notte di mezza estate

Le novità della stagione e uno sguardo ai bambini

Il Globe ha stretto una collaborazione con l’Accademia Nazionale Silvio D’Amico e ospiterà in cartellone lo spettacolo I due gentiluomini di Verona (dal 27 al 30 agosto), con la traduzione originale di Vincenzo Cerami, la regia di Andrea Baracco e le musiche di Nicola Piovani. Un’occasione per i giovani allievi dell’accademia che sperimenteranno contemporaneamente il linguaggio attoriale e la condivisione di un prestigioso palco.

Uno sguardo attento anche ai bambini, ospiti benvenuti insieme alla famiglia. Per loro sono riservati due spettacoli nell'ambito Al Globe con mamma e papà: Riccardino Terzo, un giocoso prequel ispirato al Riccardo III e Le tre streghe del Macbeth, entrambe dirette da Gigi Palla.


GLOBE THEATRE - SILVANO TOTI
Il Programma degli spettacoli - Estate 2020
 

Maria Domenica Ferrara

  CAPOREDATTORE

Romana de’ Roma – e ne va fiera: Maria Domenica (o come la chiamavano tutti, Mary) è da sempre amante dello spettacolo. Dopo un master in comunic...

>> continua