Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Teatro

Rossella Rapisarda in "Senza filtro", uno spettacolo per Alda Merini

Rossella Rapisarda mette in scena un'Alda Merini ricca di sfaccettature, alle prese con la macchina da scrivere. Prossima data il 21 marzo al Teatro Sociale di Como, nella Giornata mondiale della poesia.

Rossella Rapisarda - Senza filtro
Rossella Rapisarda - Senza filtro

Senza filtro è uno spettacolo su e per Alda Merini, prodotto da Eccentrici Dadarò, scritto da Fabrizio Visconti e Rossella Rapisarda che è anche l'unica interprete sul palco. L'artista, vincitrice del Premio SaltinAria Migliore Attrice 2015, è accompagnata dalle musiche dal vivo di Marco Pagani, contrappunto ideale di questo intenso monologo, che sarà in scena, per il prossimo appuntamento, il 21 marzo al Teatro Sociale di Como per la giornata internazionale dedicata alla poesia. 

Il "dietro le pagine" di Alda Merini

Il 21 marzo rappresenta una data emblematica poiché ricorre anche l'anniversario della nascita della poetessa milanese. "Sono nata il ventuno a primavera/ma non sapevo che nascere folle,/aprire le zolle /potesse scatenar tempesta", così cantano i versi iniziali d'una sua celebre poesia. 


Per INFO, DATE e ORARI al Teatro Sociale di Como, vai alla SCHEDA DELLO SPETTACOLO (Senza filtro)


Lo spettacolo si rivela come una porta semiaperta sul mondo più intimo, e a volte meno noto dell'artista. L'Alda Merini cui la pièce intende dare spazio e corpo, invero, è quella conosciuta attraverso le testimonianze dei suoi amici e di coloro che l'hanno incontrata di persona, magari proprio sui Navigli della sua amata Milano, tra cui Arnoldo Mosca Mondadori, Alberto Casiraghi, Giuliano Grittini e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo. La solidità e il valore di verità storica sottesi alla performance contribuiscono pertanto a conferirle spessore.

Al cospetto della macchina da scrivere

Lo spettacolo prende avvio dal momento, cruciale per ogni scrittore, del dilemma di non riuscire a trovare il giusto finale. La poetessa siede quindi di fronte alla sua macchina da scrivere non solamente come ad un mero strumento di lavoro, bensì sentendosi quasi colpevolmente muta dinanzi a ciò che le si squaderna sotto gli occhi. Silente, tormentata, estroversa, ironica, Alda Merini racchiude e prorompe in svariate ed eterogenee modalità di vivere, tutte accomunate da un'intensità straordinariamente potente; sia quando annichilisce sia quando vivifica. 
 


Le poesie, naturalmente e doverosamente, restano il fulcro dello spettacolo; tramite le quali si discopre progressivamente un profilo più ricco e completo della poetessa che si è data alla sua arte, venendone al contempo salvata e condannata. 

La riduzione del prezzo per...

Il Teatro Sociale di Como fa sapere che per celebrare la Giornata mondiale della poesia, tutti coloro che si presenteranno in biglietteria con una poesia di Alda Merini, stampata o scritta, avranno diritto a una riduzione sul prezzo del biglietto. Le poesie saranno poi esposte nel foyer del Teatro. 
 

Per INFO, DATE e ORARI della tournée vai alla SCHEDA DELLO SPETTACOLO (Senza filtro)
 

Virginia Benenati

  Redattore

Animale perennemente irrequieto e affamato, lo potete accontentare se gli somministrate una buona dose di estensione spazio-temporale: cultura. Amante...

>> continua