Teatro

Romaeuropa Festival: debutto di successo per il tour tra i mondi inaugurato dall’Africa

L’incontro tra i continenti è il tema di questa trentatreesima edizione del Romaeuropa Festival – Between Worlds, in scena fino al 25 novembre.

Oumou Sangaré 
Oumou Sangaré  © Benoit Peverelli

Il 19 Settembre ha avuto ufficialmente inizio l’edizione trentatré del Romaeuropa Festival. Le oltre 40 compagnie presenti per la prima volta, provenienti da 24 nazionalità differenti, sono il trampolino di lancio di questa edizione volta alla miscela eterogenea di suoni, colori, vissuti spesso in lotta con le contraddizioni di questa contemporaneità. 

Spettacoli, installazioni talk e incontri sono dislocati tra i punti nevralgici, da un punto di vista artistico, della capitale: il Teatro Argentina, l’Auditorium Parco della Musica, l’ex Mattatoio.

Perché la scelta del titolo ‘Between Worlds’

Che il REf abbia sempre avuto lo sguardo oltre con iniziative internazionali significative e d’avanguardia, questa è una certezza. 

Ma il voler sottolineare le scelte compiute per questa edizione a così a ampio respiro, le spiega Fabrizio Grifasi, il direttore generale e artistico della Fondazione Romaeuropa:

«…un Festival Mondo che fisicamente intercetta e convoglia pensieri e progetti, incrocia temi e questioni al cuore del nostro vivere come modalità di libero sviluppo della ricerca artistica, sovrapponendo le generazioni ed eleggendo le contraddizioni e le diversità al cuore del proprio operare come pratica di racconto del presente attraverso le opere degli artisti che riteniamo significativi. L’essenza stessa della nostra missione si colloca in questo spazio “in between”, luogo di mediazioni e riconciliazioni tra opposti, ambito di riflessioni e accoglienza».

Le proposte del Festival fino al 30 settembre

Dopo l’apertura del 19 Settembre con lo spettacolo africano Kirina (in scena fino al 22 settembre al Teatro Argentina), il pubblico potrà entrare in contatto con la musica maliana di Oumou Sangaré (22 settembre) e il duo catalano Agrupación Señor Serrano (25 e 26 settembre), entrambi al Parco della Musica. Per le installazioni multimediali, nella Sala Santa Rita si potrà visionale la site-specific di NONE Collective (dal 27 settembre fino al 7 ottobre). Per ascoltare altre storie provenienti dal mondo libanese, il 29 e il 30 settembre basterà recarsi al Teatro Argentina per assistere all’opera di Omar Rajeh con la sua compagnia Maqamat dal titolo #minaret.
 

Tutta la programmazione del ROMAEUROPA FESTIVAL 18

 

Maria Domenica Ferrara

  CAPOREDATTORE

Romana de’ Roma – e ne va fiera: Maria Domenica (o come la chiamavano tutti, Mary) è da sempre amante dello spettacolo. Dopo un master in comunic...

>> continua