Teatro

Il Teatro Vaccaj di Tolentino riapre e torna a essere la "casa del musical"

A dieci anni dal devastante incendio che lo danneggiò pesantemente, riapre il Teatro “Nicola Vaccaj” di Tolentino, la “casa” della Compagnia della Rancia.

Teatro Nicola Vaccaj, Tolentino
Teatro Nicola Vaccaj, Tolentino

La Compagnia della Rancia può tornare a casa. Dopo dieci anni, riapre il Teatro Vaccaj di Tolentino (Macerata) e l’inaugurazione della stagione di prosa, dall’11 al 14 ottobre, è affidata al musical Big Fish - La storia di un padre incredibile.

Il regista Saverio Marconi ha salutato con queste parole la riapertura della storica sede della compagnia da lui fondata nel 1983. «Quando sono rientrato per la prima volta in questo teatro, per un attimo mi è sembrato che questi 10 anni non fossero passati: tutto è tornato al suo posto, solo con colori più vividi. Ho avuto la sensazione che fossimo nell’Ottocento e la sala fosse stata appena affrescata. Per me è profondamente emozionante tornare al Vaccaj, che si è subito animato con le prove di Big Fish. Sono onorato di poter inaugurare la stagione di prosa con uno spettacolo prodotto dalla Rancia. Bentornato, Teatro Vaccaj!»

Big Fish, tra passato e futuro

Protagonista di questa occasione speciale è Giampiero Ingrassia, che torna a Tolentino 30 anni dopo aver interpretato il ruolo di Seymour in La piccola bottega degli orrori, il primo musical prodotto dalla Compagnia della Rancia. «È molto emozionante tornare a Tolentino oggi, dopo un lungo percorso, personale e artistico, che ha avuto inizio proprio da qui», ricorda l’attore.

Passato e futuro si legano indissolubilmente in questo spettacolo: grazie alla collaborazione con BSMT Production (Bologna), alcuni giovani performer condivideranno il palcoscenico insieme ad artisti di provata esperienza come Francesca Taverni e Michele Renzullo, attore, produttore e tra i fondatori di Compagnia della Rancia.

 

Big Fish - La storia di un padre incredibile

Storie da raccontare e ascoltare

La stagione  in abbonamento – già sold out ancora prima di alzare il sipario - è attraversata da un filo conduttore semplice, che racchiude l’essenza stessa dell’esperienza teatrale: raccontare e ascoltare storie. Dopo l’apertura con il musical Big Fish, il rinnovato palcoscenico marchigiano ospita un volto noto della televisione: Daniele Pecci, protagonista di una rilettura innovativa di un classico del teatro italiano, Il fu Mattia Pascal (19 dicembre), di Luigi Pirandello.
Si prosegue, quindi, con Cognate - Cena in famiglia (30 gennaio 2019), una commedia contemporanea che rivela, con ironia e leggerezza, le diversità dell’animo umano. Protagoniste Anna Valle e Guenda Goria.

Il 12 febbraio è il momento di Casalinghi disperati, una commedia frizzante con Nicola Pistoia, Gianni Ferreri, Max Pisu, Danilo Brugia.  Uno sguardo attento e sensibile su una realtà sociale sempre più attuale: il vissuto quotidiano degli uomini senza una donna accanto.
Chiude la stagione Maria Amelia Monti, che porta sul palcoscenico Giochi di prestigio, la prima avventura in cui è comparsa Miss Marple, la celebre detective nata dalla penna di Agatha Christie (10 marzo).

Tra gli appuntamenti fuori abbonamento, il 12 dicembre arriva Luca Argentero con È questa la vita che sognavo da bambino?, spettacolo in cui il poliedrico attore racconta le storie di tre grandi personaggi sportivi, le cui esistenze hanno inciso profondamente nella società e nelle rispettive discipline.
L’offerta teatrale si completa con uno spettacolo che prevede il coinvolgimento degli allievi del Liceo Coreutico di Tolentino: Monica Casadei traduce nel linguaggio della danza uno dei melodrammi più famosi di Giuseppe Verdi, Traviata (13 aprile 2019).
 

IL CARTELLONE COMPLETO del Teatro Vaccaj di Tolentino (MC).

 

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua