Teatro

Modena, torna il premio Virginia Reiter per le migliori attrici under 35

Le finaliste sono Chiara Colombo, Emilia Scarpati Finetti e Giuliana Vigogna. Premio alla carriera per Ottavia Piccolo.

Premio Virginia Reiter
Premio Virginia Reiter

A Modena torna il Premio Virginia Reiter, la manifestazione che ogni anno premia la miglior attrice under 35 italiana. Appuntamento venerdì 23 e sabato 24 settembre per la 17ma edizione del premio: tre le finaliste in gara. Quest'anno si celebra il 160mo anniversario della nascita della grande attrice modenese, regina del teatro tra la fine dell'800 e l'inizio del 900 e prima capocomica italiana.

Ogni anno viene assegnato anche un premio alla carriera, che quest'anno andrà ad Ottavia Piccolo. A condurre il premio saranno Roberta Caronia e Maria Pilar Pérez Aspa; il padrino delle tre finaliste sarà invece Lino Musella.

GLI SPETTACOLI
IN SCENA IN ITALIA

Giuliana Vigogna (finalista)


Venerdì 23 settembre, al Teatro Comunale Pavarotti-Freni, la manifestazione inizia con la serata intitolata Una, nessuna, centomila Virginie. In apertura l'intervento di Ottavia Piccolo, a cavallo tra la ricostruzione della carriera di Virginia Reiter e la sua personale esperienza sul palcoscenico. “Quello dell'attore – spiega Ottavia Piccolo - come ogni mestiere, è qualcosa che si apprende con la pratica: e, nel caso di un attore, con tutto il corpo. Ma questo lavoro, ben al di là della sola dimensione tecnica, coinvolge l’anima e il cuore”.

A seguire la performance attoriale e musicale di Debora Zuin, vincitrice del Premio Virginia Reiter nel 2003, che insieme al soprano Anaïs Meijas, accompagnata al pianoforte da Nicoletta Conti, ricorda la Reiter attraverso un omaggio alle sue particolari doti attoriali e vocali, nell’interpretazione di alcuni suoi cavalli di battaglia.

Chiara Colombo (finalista)

Sabato per le tre finaliste

Sabato 24 settembre, al Teatro Storchi, si svolgerà la cerimonia per l’assegnazione del Premio Virginia Reiter. Le tre finaliste di quest’anno sono Chiara Colombo, spezzina, diplomata all’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico, attrice teatrale, cinematografica e doppiatrice. 

Emilia Scarpati Fanetti, sorrentina, cresciuta a Crema, laureata a Parma in Beni artistici e diplomata a Milano all’Accademia d’arte drammatica Paolo Grassi, che oggi lavora in teatro e al cinema; Giuliana Vigogna, diplomata alla Silvio D’Amico, scelta dal regista Antonio Latella, con il quale continua a lavorare, per il corso di alta formazione di Ert che si è concluso con lo spettacolo Santa Estasi, vincitore di due premi Ubu nel 2016. 

Emilia Scarpati Fanetti (finalista)


Nella stessa serata il Premio alla carriera verrà consegnato nelle mani di una delle più grandi attrici del nostro tempo, Ottavia Piccolo, che proprio al Teatro Comunale ha debuttato in Anna dei miracoli, nel 1960. La giuria è composta da critici teatrali italiani: Gianfranco Capitta, Rodolfo di Giammarco, Maddalena Giovannelli; il presidente è Ennio Chiodi.
 

Paolo Fizzarotti

  Redattore

Giornalista professionista del gruppo Gedi GNN, prima al Gruppo Editoriale L’Espresso/Finegil. In quasi quarant’anni di lavoro in redazione ha scr...

>> continua