Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Teatro

L'energia di "Fame" al Teatro San Babila: il musical invade il salotto milanese

Lo spettacolo resterà in scena solo a Milano fino al 14 aprile. Il regista Federico Bellone è fiducioso:  “Facciamo teatro commerciale, ma di qualità”

Fame (ed. 2016)
Fame (ed. 2016) © Loris Zambelli

Debutta l’8 marzo nel comodo salotto milanese di piazza San Babila: Fame (date, orari e biglietti) è un titolo evergreen, o per dirla come a Broadway, un money-maker del repertorio musical anni Ottanta:  si tratta del primo di una serie di allestimenti, il cui denominatore comune sarà la migliore qualità possibile.

Grazie alla lungimiranza di Marco Vaccari e Fabio Albertazzi, direttori del Teatro San Babila, sala meneghina centralissima nata nel 1964 per volontà del cardinale Montini (poi divenuto Papa Paolo VI), sull'esempio della consolidata tradizione inglese, nasce un progetto in grado di coinvolgere emotivamente il pubblico, in quanto platea e galleria offrono da ogni posto un’immersione completa all'interno della scenografia, per via della prossimità al palcoscenico.

Protagonisti di un sogno

Fame - Saranno famosi è un fenomeno intramontabile della cultura pop ideato da David De Silva negli anni Ottanta: un film e una serie televisiva indimenticabili, diventati un musical di successo internazionale.
Lo spettacolo racconta la vita di allievi e insegnanti della celebre ed esclusiva High School of Performing Arts di New York, ognuno con la propria storia e sogno in comune: il successo.
Una storia che continua a conquistare ed emozionare nuove generazioni di pubblico ed ispirare i giovani talenti del nuovo millennio.
 

Per INFO, DATE e BIGLIETTI, vai alla Scheda dello spettacolo (Fame The Musical)


I performer scelti per questa nuova edizione del musical sono pronti a trasmettere al pubblico tutta la loro energia e, in molti casi, hanno appena terminato di lavorare in allestimenti di successo (Mary Poppins, Jesus Christ Superstar, Next to Normal, Dirty Dancing): tra loro, Luca Giacomelli Ferrarini, Giulia Fabbri, Simona Di Stefano, Francesca Taverni, Simona Samarelli e tanti altri, ai quali si aggiunge Marco Vaccari (direttore artistico del Teatro San Babila). La regia di Federico Bellone viene riprodotta da Giuseppe Musmarra, mentre Gail Richardson firma le coreografie.

Si chiude un cerchio

Wizard Productions, l’unica realtà produttiva non inglese ad aver esportato nel mondo l’allestimento italiano di un musical americano - l’acclamato Dirty Dancing - produce questo nuovo allestimento con la collaborazione organizzativa della  Compagnia della Rancia, pioniera indiscussa del musical in Italia: Saverio Marconi, infatti, agli inizi degli anni Novanta aveva rappresentato, proprio al San Babila, un must come A Chorus Line.
 


La forte valenza simbolica di questa operazione è racchiusa in un aneddoto personale, condiviso dal regista Federico Bellone durante la conferenza stampa: “Oggi per me è come se si chiudesse un cerchio: nel lontano 1994, avevo 13 anni e vidi in questa sala Arturo Brachetti che interpretava Fregoli, diretto da Saverio Marconi. Io ero uno spettatore e Andrea Agostini, che oggi è il mio produttore, era una delle maschere di questo teatro”.
 

Per INFO, DATE e BIGLIETTI, vai alla Scheda dello spettacolo (Fame The Musical)
 

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua