Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Le pillole d'ercole, antenato del viagra in scena al Cestello

Charles Maurice Hennequin e Paul Bilhaud inventano le pillole d'Ercole, antenato del viagra, che porterà ad una serie di folli e divertenti situazioni.

Le pillole d'ercole, antenato del viagra in scena al Cestello

Vincenzo De Caro dirige la nuova produzione del Cenacolo dei Giovani, realizzata in  collaborazione con Florence Dance Center, che debutterà il 30 Gennaio presso il Teatro di Cestello e sarà in scena nei week-end fino al 22 Febbraio.

La storia del Viagra non ebbe inizio nel 1986 in Inghilterra, bensì nel 1904 in Francia pensato e poi elaborato da due commediografi Charles Maurice Hennequin e Paul Bilhaud col nome di “Le pillole d’Ercole”.

La storia di questa divertentissima pièce gravita attorno a due medici, uno dei quali ha inventato “la pillola di Ercole”, un portentoso ritrovato della medicina, estremamente afrodisiaca. Ma cosa potrebbe succedere se la pillola venisse utilizzata per vincere una scommessa? Se poi si aggiungono una carrellata di colorati personaggi e una moglie innamorata il risultato sarà di sicuro effetto e darà luogo ad un concatenarsi di spassosi eventi.

Il testo mostra ancora oggi una freschezza di dialoghi sorprendente e funziona come un ordigno ad orologeria, dove in ogni istante la vicenda si complica arrivando a generare situazioni così paradossali e complicate che sembra impossibile allo spettatore che tutto ritorni alla normalità, arrivando ad un lieto fine.

Tredici attori professionisti e tredici realta’ teatrali diverse che Vincenzo De Caro ha messo insieme per realizzare un progetto dove lo spettatore non smettera’ mai di vedere dettagli su dettagli. “Il mio obbiettivo registico” commenta De Caro “e’ sempre lo stesso partire dal dettaglio per arrivare alla parola”.
Anche in questo lavoro De Caro collabora con Angelo Codolo che ha curato le immagini e la scelta musicale questa volta insieme a Nicola Cavina.

Interessante la collaborazione con il danzatore Angelo Egarese della Florence Dance Center che per l’occasione ha ideato alcuni momenti coreografici per gli attori. Le scene ed i costumi sono di Marcello Ancillotti e Cecilia Micolano. 

Matteo Cichero

  Redattore

Opera da anni nell’organizzazione in Teatro, Cinema ed Eventi. Ha ideato e gestito campagne pubblicitarie e manifestazioni di successo in tutta la T...

>> continua