Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Teatro

La Stagione teatrale 2019/2020 del Teatro Astra di Torino 

Ecco gli spettacoli in scena nella nuova stagione teatrale al Teatro Astra. La Fondazione TPE rende omaggio a Federico Fellini nel centenario della nascita.

La Stagione teatrale 2019/2020 del Teatro Astra di Torino 

La seconda Stagione TPE firmata da Valter Malosti al Teatro Astra di Torino è composta da 39 spettacoli, di cui 15 nuove produzioni, come Accabadora, dal romanzo di Michela Murgia, nell’interpretazione di Anna Della Rosa; o artisti del calibro di Jurij Ferrini, interprete principale di Lucido, cinica commedia di Rafael Spregelburd, drammaturgo argentino rappresentato in tutto il mondo.

Tratto saliente della stagione è la grande attenzione riservata agli autori italiani e in particolare alla poesia, che costituiscono un vero e proprio «viaggio nel corpo della lingua italiana». Fabrizio Gifuni apre la stagione leggendo i versi di uno dei più grandi poeti del Novecento: Giorgio Caproni.
 

Per INFO, DATE, BIGLIETTI: Teatro ASTRA di Torino

Fabrizio Gifuni


Il reading alterna l’interpretazione di poesie estratte da vari momenti e periodi della produzione dell’autore e riflessioni in prosa sul mestiere di poeta tratte dalla conferenza sulla poesia, tenuta il 16 febbraio 1982 al Teatro Flaiano di Roma.

Attenzione alla nuova drammaturgia

Malosti si è messo alla continua ricerca di artisti che scelgano con autenticità e profondità la materia su cui lavorare. Un lavoro che sia valorizzato dal rispetto delle regole che condizionano qualunque realizzazione dell’espressione creativa, al pari di ogni altro lavoro o attività di artigianato.

In questa stagione, l’attore e regista propone tre suoi allestimenti: Il berretto a sonagli, suo primo incontro con Luigi Pirandello, che trae spunto dal testo originale scritto in dialetto siciliano; La Monaca di Monza, di Giovanni Testori, con protagonista Federica Fracassi, che ha debuttato con grande successo di pubblico e di critica a gennaio al Teatro Franco Parenti di Milano; e nel 2020 TPE celebra il centenario della nascita di Federico Fellini con Giulietta, protagonista Roberta Caronia: il progetto approfondisce il rapporto del Maestro con la complessa figura di Gustavo Rol.
 

Valter Malosti e Roberta Caronia

Verso un “teatro popolare d’arte”

In coerenza con l’idea di Malosti di fare del Teatro Astra il polo torinese di quel "teatro popolare d’arte" che coniuga la ricerca con il legame con le nostre radici espressive, anche quest’anno numerose produzioni TPE guardano a grandi classici riletti da alcuni fra i più talentuosi registi italiani delle nuove generazioni. Dopo Spettri di Ibsen, Leonardo Lidi torna a indagare sui fragili rapporti familiari con Lo zoo di vetro, di Tennessee Williams; e Carmelo Rifici affronta alla radice le drammatiche pulsioni fra bene e male che lacerano la produzione shakespeariana, affidandone in Macbeth, le cose nascoste la decostruzione a due psicoanalisti: in entrambe le produzioni recita l’attore siciliano Tindaro Granata. Ad Alessandro Serra – Premio Ubu per lo spettacolo Macbettu – è affidata, invece, la regia del cechoviano Giardino dei ciliegi.

Accanto agli spettacoli proseguono le attività di approfondimento e formazione: il Babysitting Lab, gli incontri di Oltre la scena con i protagonisti della stagione e i seminari


Per INFO, DATE, BIGLIETTI: Teatro ASTRA di Torino

 

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua