Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

La nuova stagione della Contrada: '40 anni ma non li dimostra!'

La Contrada si rinnova in occasione del suo quarantesimo compleanno: in programma un cartellone ricco di importanti artisti e autorevoli collaborazioni.

La nuova stagione della Contrada: '40 anni ma non li dimostra!'

La Contrada di Trieste è pronta ad aprire la nuova stagione: con spettacoli “rossi”, “blu”, fuori abbonamento, Family Show e matinée per le scuole medie e superiori, la Compagnia festeggia i propri 40 anni.
E così, iniziando l’anno con il divertente slogan “40 anni ma non li dimostra”, si presenta del tutto rinnovata, con grandi nomi e importanti collaborazioni.

Sarà la nuova produzione Pronto, Mama (scritta da Lino Carpinteri e Mariano Faraguna, e per la regia di Davide Calabrese), che porta in scena Ariella Reggio e la Compagnia della Contrada in una rievocazione della Trieste del secolo scorso tra ilarità, chiacchiere e buonumore attraverso il gusto e lo stile del varietà corredato da un ricco repertorio musicale dal ritmo incalzante, a dare inizio, il 14 ottobre, ai quasi 30 titoli in cartellone.

Omicidi in pausa pranzo, tratto dall’omonimo romanzo di Viola Veloce, dal 4 al 9 novembre arriva a teatro con l’adattamento e la regia di Paola Galassi. Rossana Carretto, Gualtiero Giorgini, Paola Bonesi, Marcello Mocchi, Rosanna Bubola e Giuseppe Nicodemo saranno i protagonisti della nuova coproduzione della Contrada con il Dramma Italiano di Fiume, all’insegna del divertimento, ma anche in grado di appassionare e far riflettere.

Dal 25 novembre appuntamento con Diamoci del tu, diretto da Emanuela Giordano, con un testo spiritoso e sagace, costruito su due personaggi complicati, affascinanti e molto reali, interpretati da Anna Galiena ed Enzo De Caro.

Dopo Quel pomeriggio di un giorno da Star, ideato da uno dei più bravi e prolifici drammaturghi italiani, Gianni Clementi, prodotto dalla Contrada con Skyline Productions, e dopo le feste natalizie, il ricco programma riprenderà con una storia di toccante bellezza, prodotta dalla Contrada e Gitiesse Artisti Riuniti: Luci della ribalta, dal capolavoro di Charlie Chaplin con Antonio Salines e Marianella Bargilli. Un grande cast, una regia prestigiosa, l’adattamento teatrale di Eleonora Zacchi e le scenografie, realizzate in video mapping da Federico Cautero, rendono la magia della vicenda, che narra l’amore tra un grande clown in declino, Calvero, e la bella e sfortunata ballerina, Teresa.

Il 20 gennaio 2017 sarà la volta della nuova produzione nazionale della Contrada di Trieste, Il solito viaggio, con la regia di Matteo Oleotto in una nuova collaborazione con alcuni grandi interpreti del teatro italiano: Marina Massironi, Roberto Citran e Luisa De Santis, affiancati da Giancarlo Ratti e dall’attore italo-iraniano Aram Kian.

Dal 3 febbraio invece arriva sul palcoscenico del Bobbio Natale in Casa Cupiello, fra le opere più note e amate di De Filippo, portate in scena dall’ultimo erede della grande famiglia, Luigi De Filippo.

Per la regia di Serena Sinigaglia, il 10 febbraio approda Nudi e Crudi, dello scrittore britannico Alan Bennet, commedia tradotta e adattata da Edoardo Erba, con Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi.

Simone Cristicchi salirà sul palcoscenico dal 3 marzo con Il secondo figlio di Dio, in cui racconterà per cinque serate la vicenda incredibile, ma realmente accaduta, di David Lazzaretti, detto il “Cristo dell’Amiata”.

Il 10 marzo Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia saranno i protagonisti di Serial Killer per Signora, titolo tratto da un racconto di William Goldman nella traduzione e nell’adattamento di Gianni Fenzi e Gianluca Guidi, mentre il 31 marzo in L’allegra vedova, Maddalena Crippa, attrice raffinata e colta, racconterà, in veste inedita di cantante, la storia della Vedova allegra.

A chiudere la stagione, dal 7 al 12 aprile La scuola delle mogli di Molière, che vede l’interpretazione di Enrico Guarneri.

Gli spettacoli fuori abbonamento inizieranno venerdì 18 novembre con Piccole gonne di Alessandro Fullin in cui, secondo la più pura tradizione shakespeariana, soli uomini interpretano il più noto romanzo femminile di sempre, Piccole donne, di Louisa M. Alcott.
Sabato 3 e domenica 4 dicembre sarà l’occasione per vedere Marco Travaglio in Slurp, il recital teatrale che racconta attraverso la satira pungente del giornalista la classe dirigente e l’Italia di oggi, mentre il 16 dicembre Teresa Mannino presenterà il suo Sono nata il ventitré.

Il 14 e 15 gennaio Vittorio Sgarbi racconterà Caravaggio; il 17 e il 18 febbraio protagonista del Teatro Bobbio sarà Giuseppe Battiston con Non c’è acqua più fresca; musiche dal vivo di Piero Sidoti.
Gran finale il 25 e 26 febbraio per il noto musical Un americano a Parigi. Tributo a George Gershwin, con Michele Carfora, la cantante Arianna Bergamaschi e Danilo Brugia.

Ancora, dopo il successo dello scorso anno, ritorna il ciclo Family Show che si apre il  18 dicembre alle 16.30 con Mia and Me, mentre domenica 29 gennaio arriva a teatro il musical rock ispirato alla celebre Spada nella roccia, in una versione comica, dinamica ed emozionante.

Infine, giunge alla terza edizione “Il Teatro che fa la differenza!”, percorso teatrale realizzato dalla Contrada e affidato a Francesco Paolo Ferrara, incentrato sulla prevenzione delle disabilità nell’anziano e nella persona fragile. Il progetto metterà in scena una compagnia teatrale composta da abili e disabili, giovani e anziani, attori professionisti e non professionisti.

CARTELLONE COMPLETO

Cristina Rovis

  CAPOREDATTORE

All’età di sei anni inizia lo studio della danza classica, intraprendendo, negli anni successivi, anche lo studio delle danze modern jazz e hip hop...

>> continua