Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Jelinek, premio Nobel e un festival interamente dedicato

Jelinek, premio Nobel e un festival interamente dedicato

Dedicato alla scrittrice e drammaturga austriaca Elfriede Jelinek – tra le voci più acute e pungenti della scena contemporanea, premio Nobel per la letteratura nel 2004 – il Festival Focus Jelinek presenta spettacoli, tra cui prime assolute, di Teatrino Giullare, Teatri di Vita, Tra un atto e l’altro con Accademia degli Artefatti, Chiara Guidi in un progetto speciale per le biblioteche, Angela Malfitano, perfomance e azioni sceniche di Ateliersi e Fanny & Alexander, laboratori nelle scuole con Angela Malfitano e Nicola Bonazzi / Teatro dell’Argine, proiezioni, letture con Anna Amadori, Elena Bucci, Chiara Guidi, un convegno spettacolo e laboratori all’Università di Bologna con Claudio Longhi, incontri con artisti e ospiti, nuove traduzioni e pubblicazioni.

Il Festival – sotto la direzione artistica di Elena Di Gioia – coinvolge le scritture della Jelinek dai testi teatrali ai romanzi, discorsi e interventi. Alla condivisione con gli artisti, si affianca una inedita e originale collaborazione di festival, teatri, biblioteche, cinema e strutture culturali di Bologna, Casalecchio di Reno (BO), Castel Maggiore (BO), Cesena, Forlì, Faenza, Modena, Montescudo (RN), Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, San Lazzaro di Savena (BO) che accolgono le tappe del progetto. Il Festival, avvolto dal segno delle immagini delle opere di Claudio Parmiggiani, è un festival per città: una ‘città allargata’ – la regione Emilia-Romagna – riunita appositamente intorno al vortice della scrittura della Jelinek e degli artisti coinvolti, grazie alle tante collaborazioni che l’hanno sostenuta e alimentata, per ospitare un viaggio della visione, della lettura e della scoperta.

Elfriede Jelinek, con rigore e implacabilità, entra ed esce nelle patrie ‘private’ (le case e le relazioni personali) e pubbliche, ingrandisce e rimpicciolisce i panorami, gli affreschi, le rappresentazioni in cui siamo calati, smonta dall’interno, anche del linguaggio, le architetture e le fondamenta su cui si reggono e costruiscono le relazioni scavando nella natura tagliente e multiforme del potere; centrifuga i nostri sguardi, in un vortice di sperimentazione linguistica che crea tunnel sotterranei nella parola e nella nostra società. L’arco della sua scrittura attraversa romanzi, testi teatrali, interventi e discorsi e, per la responsabilità che destina alla ‘parola’, disegna anche un modo di essere autrice, oggi. Stare nei testi di Elfriede Jelinek significa discendere su ruote instabili nel sottosuolo, scavare il testo, raschiarlo, grattarlo, scuoterlo per arrivare al fuoco che contiene, con le visioni e le azioni degli artisti, straordinari compagni di questo viaggio.

Il Festival, che si svolge in diversi luoghi dell'Emilia Romagna, è cominciato a ottobre 2014 e proseguirà fino a marzo 2015.

Maggiori informazioni e il programma completo su www.festivalfocusjelinek.it

Edgardo Bellini

  Redattore

Appassionato e studioso di teatro, scrive su teatro.it dal 2006 interessandosi soprattutto al teatro contemporaneo e alle scritture del presente. A...

>> continua