Teatro

Il teatro onirico di Paolo Rossi: comicità e ironia all'insegna dell'improvvisazione

Il lungo viaggio di Paolo Rossi attorno al mondo di Molière giunge alla quarta e ultima tappa con "Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles", spettacolo all'insegna di una rigorosa improvvisazione.

Paolo Rossi
Paolo Rossi

Paolo Rossi torna in scena contemporaneamente nelle vesti di interprete, regista e autore: Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles, spettacolo dal titolo pirandelliano, è l’ultimo atto di una quadrilogia partita da Stasera si recita Molière e seguita da una doppia versione di Molière. La recita di Versailles

Sorprendere il pubblico: password “improvvisazione totale”! 

Lo spettacolo, prodotto da TieffeTeatro Milano, racconta la straordinaria visione teatrale di un autore-attore, maestro dell’Improvvisazione, sempre in bilico tra il dentro e il fuori scena, tra il personaggio, l’attore e la persona. Paolo Rossi, capocomico per eccellenza, dirige una straordinaria compagnia di attori e musicisti, che agiranno con grande professionalità, grazie a un’improvvisazione rigorosa, rendendo lo spettacolo nuovo ogni sera. In scena, ad affiancare Paolo Rossi, troveremo Renato Avallone, Marianna Folli, Marco Ripoldi, Chiara Tomei, Francesca Astrei, Caterina Gabanella e i musicisti Emanuele Dell’Aquila e Alex Orciari.

Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles, in questa tappa completamente rinnovata della Quinta Stagione Completa, vede la compagnia arrivare finalmente vicino alla destinazione. Peculiarità dello spettacolo è l’elevato grado di improvvisazione che si unisce all'inconfondibile stile che caratterizza il comico di Monfalcone: satira politica, grande ironia e attualità sfumata assieme a elementi dei classici moderni, in questo Molière, oltre che a richiami della commedia dell’arte.

Il lungo sogno del capocomico

In scena al Teatro Menotti di Milano fino al 31 dicembre, Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles è il racconto di un sogno del capocomico Paolo Rossi che, per inscenare il viaggio verso Versailles di una compagnia teatrale che vorrebbe interpretare Molière, seleziona attraverso curiosi provini gli attori giusti per il suo spettacolo. Un lungo viaggio onirico nel quale si muovono personaggi bizzarri e divertenti e musicisti e con il quale si omaggia il ruolo del comico, in contrasto con i poteri, e la precarietà della vita dell’attore in cerca dell’ingaggio. Uno spettacolo originale e al tempo stesso ricco di ricercate citazioni (Don Giovanni) e riferimenti (George Best).
 

Per INFO e DATE DELLA TOURNEE, vai alla Scheda dello spettacolo
 

Donato Panico

  Redattore

Autore e scrittore comasco, nato a Erba nel 1983. Diplomatosi ragioniere perito programmatore nel 2002 ha lavorato a lungo come amministratore del pe...

>> continua