Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Il salotto del drammaturgo Manlio Santanelli diventa palco: Concerto di Natale

Il salotto del drammaturgo Manlio Santanelli diventa palco:  Concerto di Natale

Sabato 21 dicembre alle 18 nel quartiere Vomero “Il Teatro cerca casa” di Manlio Santanelli ospita il concerto di Natale “Quanno nascette Ninno” dei Damadakà: un viaggio nella musica della devozione popolare dedicato alla Natività, organizzato da Livia Coletta e Ileana Bonadies. L’azione si svolge nel salotto che diventa un palcoscenico. Si utilizzano divani, sedie, la libreria, e gli oggetti di casa Santanelli. Gli spettatori siedono nella scena, il contatto tra pubblico e attori è così ravvicinato da far scomparire la quarta parete. “Se il pubblico non va a teatro – spiega Santanelli – è il teatro che va dal pubblico”. Nei salotti de Il Teatro cerca casa vengono proposte novità teatrali di compagnie professioniste meritevoli d’attenzione, e si crea un rapporto confidenziale tra attore e spettatore, dando vita così a un nuovo modello di aggregazione. Per assistere agli spettacoli è obbligatoria la prenotazione che si effettua attraverso il sito ilteatrocercacasa.it, e a chi prenota è fornito l’indirizzo della casa che ospiterà la performance prescelta. Peculiarità della rassegna è che dopo ogni spettacolo regista e attori si confrontano con il pubblico. I canti dei Damadakà sono quelli della tradizione religiosa del sud Italia accompagnati dai racconti natalizi; gli strumenti sono quelli della cultura agro-pastorale: zampogne tre e sei palmi, ciaramelle, fisarmonica, organetto, doppio flauto di canna, marranzani, lira calabrese, tamburi a cornice, chitarra battente, flauto armonico. Il gruppo composto da Dario e Daniele Barone, Mario Musetta, Michele Arpa Margareth Ianuario,  nasce agli inizi degli anni ’90, animato dalla passione per la musica corale e il recupero delle antiche melodie delle feste popolari. La loro formazione proviene direttamente dalla “scuola degli anziani”, apprendendo le forme di suono, canto e ballo caratteristiche dei rituali e delle celebrazioni religiose. Nel rispetto delle loro origini e della loro identità i Damadakà si esprimono sulla base di linguaggi tradizionali, arricchendoli talvolta con elementi di novità espressiva. Il risultato è una moderna interpretazione di quest'antica musica senza tradirne l'essenza, riaffermando la fondamentale importanza della parola cantata. I Damadakà si sono esibiti all' Agorà dei giovani a Loreto alla presenza di papa Benedetto XVI. Hanno rappresentato la Campania nella Giornata mondiale della Gioventù 2011 eseguendo concerti alla Sagrada Familia in Barcellona, e a Madrid.

 

Ufficio stampa

Federica Riccio

Mob 3394101170

federica_riccio@hotmail.com

 

Loredana Borrelli

  Redattore

"Storica penna" di teatro.it e psicologa. Da sempre intenta a coniugare queste due grandi passioni. Fa parte per 5 anni della Compagnia Teatrale G...

>> continua