Teatro

Il respiro del movimento

Il respiro del movimento

Miniballetto n.1, nuovo lavoro di CollettivO CineticO, è stato presentato in prima assoluta al Festival Vie 2014 (9-25 ottobre)  

Ospite già a VIE lo scorso anno, CollettivO CineticO nasce nel 2007 ad opera di Francesca Pennini, coreografa e danzatrice (vincitrice di numerosi premi fra cui il Premio Giovani Danz’Autori Emilia-Romagna nel 2008), ballerina freelance nelle produzioni di Sasha Waltz & Guests. La compagnia si trova in residenza stabile presso il Teatro Comunale di Ferrara “Claudio Abbado”: è stata riconosciuta ed è sostenuta dal 2013 dal MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Dipartimento Spettacolo dal Vivo.

L’azione e la creazione coreografica di questo nuovo progetto è di Francesca Pennini, la drammaturgia di Angelo Pedroni: il lavoro è un’indagine – presentata ancora sotto forma di studio - che unisce ornitologia, entomologia e danza.
Anche in questa occasione la compagnia continua il suo personale percorso di sperimentazione performativa fra teatro e arte visiva, di scardinamento delle regole e dei meccanismi della danza e dell’evento performativo, attraverso l’ideazione di metodologie di composizione e organizzazione del movimento che permettono di creare danze complesse e articolate con corpi estremamente differenziati.
La performance, inserita in un contesto impersonale, è uno studio tecnico sull'elemento aereo, nello specifico della dinamica che modifica l’aria e interagisce – mutandolo – con il suolo. In bilico tra ordine e caos, tra geometria e disordine, la danzatrice Francesca Pennini esegue esercizi atti a testare simmetrie ed equilibri, sperimenta, usa il suo corpo come strumento per misurare i limiti e le possibilità di movimento.
Ogni esercizio è seguito da una breve coreografia. La performance è costruita a quadri, dove ogni quadro, per l’appunto, comprende un esercizio e una piccola coreografia.
L’unità di misura della performance sono i respiri, o meglio la durata dei respiri, in quanto “indicatori dello stato di confusione/azione del corpo”.
L’aria è una metafora: misurare tutto attraverso i respiri, controllare il tempo e lo spazio attraverso i respiri permette di compiere una riflessione sui confini e i limiti del controllo e del movimento.

Miniballetto n.1 è uno scambio di respiri tra scena e pubblico, una danza sospesa, una geografia geometricamente cangiante.

Spettacolo visto il 19 ottobre 2014 presso il Teatro delle Moline di Bologna

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua