Teatro

Il Carlo Felice di Genova perde la Rondine

Rimodulata la stagione 2016-17 a seguito del mancato percepimento dei fondi della Legge Bray: a inaugurare la stagione del teatro genovese sarà La traviata di Verdi e non, come annunciato, la nuova produzione della Rondine di Puccini, rinviata alla prossima stagione.

Il Carlo Felice di Genova perde la Rondine

Il Carlo Felice di Genova, principale teatro lirico ligure e uno dei 14 enti italiani, aveva iniziato il processo di risanamento previsto dalla Legge Bray ma il mancato percepimento dei fondi previsti in essa ormai da mesi ha compromesso detto processo e progressivamente messo in difficoltà la gestione ordinaria.

Già durante la conferenza stampa di presentazione della stagione 2016/2017 il Sovrintendente aveva denunciato come il protrarsi del ritardo avesse costretto il Teatro a far fronte con proprie risorse a debiti e oneri che, nel piano approvato dal commissario straordinario nella primavera 2015, era previsto fossero coperti con le risorse messe a disposizione dalla Legge Bray. In questa difficile situazione il Teatro ha continuato a lavorare e, nella programmazione della stagione corrente, era stata prevista la presenza di due grandi opere che rappresentassero due diverse angolazioni della stessa vicenda vista da due grandi geni della musica italiana quali Puccini e Verdi.

Le condizioni economiche sopra riferite hanno reso necessario rivedere la proposta artistica, costringendo il Teatro alla difficile scelta di rinviare alla prossima stagione la messa in scena dell’opera La Rondine di Giacomo Puccini inaugurando così la Stagione Lirica il 15 dicembre con La traviata di Giuseppe Verdi, un nuovo allestimento con la regia di Giorgio Gallione e la direzione di Massimo Zanetti (protagonisti, nel primo cast, Desirée Rancatore, Stefan Pop e Vladimir Stoyanov).

In questo clima si spera che le celebrazioni per il 25° anniversario dell’inaugurazione del nuovo Teatro Carlo Felice  (18 ottobre 1991) possano essere simbolo del risanamento e della riscossa del Teatro. Gli abbonati potranno avere il rimborso del rateo.

Ma ecco la riformulazione della stagione 2016/17: il concerto dell’11 novembre diretto da Andrea Battistoni è stato anticipato a venerdì 4 novembre ore 20.30; Cenerentola, balletto previsto dal 2 al 4 dicembre, è stato anticipato all’ 11, 12 (doppio spettacolo) e 13 novembre; L’eco dell’acqua 14’20’’ Bliss, balletto previsto a fine stagione dal 7 al 9 luglio, è in calendario il  24, 25, 26 e 27 novembre 2016; Don Quijote, balletto previsto dal 24 al 27/11, andrà in scena il 6, 7, 8 (doppio spettacolo) e 9 luglio 2017.

Il CARTELLONE COMPLETO.

 

Francesco Rapaccioni

  EX-REDATTORE di MACERATA

Francesco ha tre manie che rasentano la compulsività: viaggi , teatro e libri. Visto così, non si direbbe che da vent'anni è uno stimatissimo giorn...

>> continua