Teatro

I TEATRI DI SANSEVERINO: APERTI PER FERIE.

I TEATRI DI SANSEVERINO: APERTI PER FERIE.

Anche quest'anno, archiviata la programmazione invernale 2012-13, i Teatri di Sanseverino non vanno in vacanza, al contrario restano Aperti per ferie e ospitano una nuova stagione estiva, in modo da prolungare così l'apertura estendendola all'intera annata: da settembre fino ad aprile ha luogo, infatti, la programmazione invernale e da aprile ad agosto quella estiva.

Con le sue quattordici aperture di sipario, la stagione estiva parte da presupposti diversi rispetto a quella invernale: l'obiettivo è superare individualismi e particolarismi, considerando “San Severino città d'arte” come palcoscenico di una cultura creata sul territorio, alla quale contribuiscono cittadini e associazioni con eventi site specific, anche di rilievo nazionale. La convinzione di base rimane quella che una comunità non risulta formata da un gruppo di persone che si trovano insieme casualmente, bensì da individui che condividono valori, luoghi, tempi ed elaborano un'identità comune fatta di confronti dialettici, un'identità dinamica per rileggere e ampliare quei valori, comuni sì ma non necessariamente condivisi da tutti, nell'ottica di una realtà plurale. Per dare un'idea di continuità, viene nuovamente utilizzata, per la comunicazione su dépliant, manifesti, locandine, l'immagine simbolo della stagione invernale (Vera Santarelli, Il filo di Arianna, 2011 – olio su tela di proprietà del Comune di San Severino Marche). Tutto il materiale informativo è stato stampato su carta riciclata e non ha comportato il taglio di un solo albero: l’attenzione all’ambiente è, infatti, uno dei tratti distintivi dei Teatri di Sanseverino. La maggior parte degli appuntamenti (ben dieci su quattordici) sarà a ingresso gratuito per favorire la partecipazione di cittadini e appassionati anche in tempi di crisi economica; ove è prevista una forma di pagamento, finirà per risultare sostanzialmente simbolica al fine di sostenere le associazioni che mantengono alto e variegato il tessuto culturale di San Severino.

L’apertura sarà al teatro Feronia sabato 20 aprile alle 21 con il musical Renzo e Lucia, liberamente ispirato a I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni.
Domenica 21 aprile alle 18, il teatro Italia ospiterà, invece, una novità assoluta, la presentazione del Vocabolario del dialetto di San Severino Marche, poderoso lavoro decennale di Adriano Biondi realizzato in collaborazione con le Università degli Studi di Macerata e Pisa. All'incontro con l'autore, a ingresso gratuito e coordinato da Francesco Rapaccioni, saranno presenti i professori Franco Fanciullo (ordinario di Glottologia e Linguistica nell'Università degli Studi di Pisa), Daniele Maggi, Diego Poli, Agostino Regnicoli (Facoltà di Lettere dell'Università degli studi di Macerata) e la curatrice Marina Pucciarelli.
La ricorrenza dell'anniversario della liberazione sarà particolarmente sentita: il teatro Italia ospiterà martedì 23 aprile alle 11 W l’Italia libera – la Resistenza raccontata attraverso le ultime lettere dei condannati, scritto e interpretato da Rosetta Martellini, regia Luigi Moretti, musica dal vivo Andrea Mei, scene e costumi Stefania Campini. L'occasione viene proposta anche alle scuole superiori della città con ingresso gratuito.
Un prestigioso appuntamento in programma per mercoledì 1 maggio alle 21 con la musica d'autore e la poesia contemporanea al Feronia grazie alla Fondazione Claudi: in occasione della premiazione del concorso nazionale di poesia Le stanze del tempo saliranno sul palco del Massimo settempedano Peppe Servillo e Davide Rondoni. Ingresso gratuito.
In occasione della Notte dei Musei, sabato 18 maggio, i teatri saranno aperti: al Feronia alle 21 il balletto Il Giro del mondo in ottanta giorni, tratto dal romanzo omonimo di Jules Verne; all'Italia due proiezioni gratuite in prima nazionale assoluta (alle 22 e alle 24) del capitolo finale del film A pranzo da Neppe 8, girato a San Severino.
Doppio appuntamento per domenica 26 maggio. Al Feronia (ore 17) il Dance Show della Tarabelli Dance Academy; nella chiesa di San Domenico (ore 18) il concerto spirituale Credo, Domine, che vede coinvolti il Coro di Sant'Agostino e l'Associazione Il Sognalibro in un programma contemporaneo a ingresso gratuito.
Domenica 2 giugno alle 18 al teatro Feronia torna il Concerto della Repubblica che vede sul palco il Corpo Filarmonico Francesco Adriani e l'Associazione Il Sognalibro per un programma di musiche e letture sul tema della Repubblica a ingresso gratuito.
Insolita la location per l'incontro con l'autore in programma martedì 18 giugno alle 21, il palcoscenico del teatro Feronia con ingresso dal vicolo degli archetti: luoghi normalmente riservati agli addetti ai lavori si apriranno gratuitamente al pubblico in occasione della presentazione dei testi teatrali di Sonia Antinori che l'editore Titivillus ha riunito in un unico volume intitolato 4. Trame agli angoli della storia. In questa occasione le letture saranno affidate all'Associazione Il Sognalibro e le pause musicali al pianoforte saranno curate dall'Accademia Feronia. Un appuntamento di rilievo nazionale, raffinatissimo.
La chiesa di San Giovanni ospiterà domenica 23 giugno alle 18 il concerto gratuito dell'Accademia Feronia per le Arti dello Spettacolo, nella settimana in cui la scuola musicale offre tradizionalmente concerti serali alla Città nel suggestivo spazio barocco.
Prosa per l'appuntamento di sabato 29 giugno alle 21 al teatro Feronia: Ruvidoteatro presenta Il cielo sopra di noi, drammaturgia e regia di Fabio Bonso.
In data e luogo da definire (periodo fine luglio – inizio agosto, probabilmente in luogo agreste del vasto e incontaminato territorio comunale) un evento di Macerata Opera Festival il occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. Ingresso gratuito.

Ulteriori iInformazioni sul sito www.comune.sanseverinomarche.it

Simone Manfredini

  Redattore

Studi universitari ad indirizzo classico e dottorato in Paleografia a Ginevra.  La sua passione per il teatro, e in particolare per la liri...

>> continua