Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Gli esiti del Concorso "Toti Dal Monte" edizione 2015

A Treviso nominati (quasi) tutti i vincitori della XLV edizione del prestigioso concorso lirico

Gli esiti del Concorso "Toti Dal Monte" edizione 2015

Non è stato facile il lavoro della commissione giudicatrice del 45mo Concorso Internazionale per cantanti intitolato al celebre soprano veneto Toti Dal Monte, considerato l'elevato numero di candidati, in totale ben 162. Artisti provenienti per metà dal nostro paese, per l'altra metà da mezzo mondo: dalla Corea soprattutto (nazione come sempre la più rappresentata, qui presente con ben 17 concorrenti) e poi dall'Albania, Armenia, Grecia, Polonia, Spagna, Moldavia, Brasile, Croazia, Montenegro, Messico, Cina, Bulgaria, Giappone, Arzebajan, Uzbekistan, Turchia, Stati Uniti,  Russia, Finlandia, Kossovo, Svizzera, Romania, Slovenia, Cipro.
L'opera in concorso quest'anno era il Don Giovanni di Mozart, che sarà eseguita in autunno al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso, e poi nel 2016 al Teatro Comunale di Ferrara: è questa la caratteristica peculiare del concorso trevigiano, che fornisce modo ai giovani vincitori di cimentarsi in produzioni operistiche complete, e di esibirsi davanti a pubblici competenti.
La commissione giudicatrice era composta da Daniel Bizeray (Directeur général du Centre Culturel de Rencontre et Festival d'Ambronay), Lucas Christ (per la Segreteria artistica Teatro La Fenice), Dario Favretti (vice direttore artistico Teatro di Ferrara), Gianfranco Gagliardi e Gabriele Gandini (rispettivamente amministratore unico e direttore artistico di Teatri e Umanesimo Latino SpA, ente organizzatore del concorso), Dieter Kaegi (sovrintendente Theater Orchester Biel Solothurn); ed infine dalla docente di canto Evghenia Dundekova, dal direttore d'orchestra Francesco Ommassini che dirigerà l'opera mozartiana, e dal pianista Vincent Scalera, noto accompagnatore.
Le selezioni, tenutesi tra il 25 ed il 27 giugno, hanno visto giungere in finale 15 cantanti, praticamente due per ognuno degli otto ruoli a concorso (uno solo per la figura del Commendatore): per quello di Don Giovanni, Tomás Octavio Castellanos (Messico) e Kristian Johannes Lindroos (Finlandia); per Donna Anna, Valentina Varriale e Anna Corvino; per Don Ottavio, Marco Ciaponi e Jihan Shin (Corea); per Donna Elvira, Gioia Crepaldi e Mariangela Santoro; per Leporello, Daniele Terenzi e Lorenzo Grante; per Masetto, Adriano Gramigni e Roberto Maietta; per Zerlina, Claudia Sasso e Letitia Nicoleta Vitelaru (Romania); per il Commendatore, Eugenio Di Lieto. Quasi tutti italiani, quindi, ad attestare almeno in questa particolare occasione il primato artistico del nostro paese.
Purtroppo, per la figura del protagonista, e per quella del Commendatore e di Don Ottavio, non sono emerse caratteristiche sufficenti per decretare un vincitore. Quindi vedremo agire, quando l'opera andrà in scena, quegli interpreti professionisti che verrano scelti dai due enti interessati. Per gli altri ruoli, la commissione ha individuato e proclamato vincitori i soprani Valentina Varriale e Gioia Crepaldi, i baritoni Lorenzo Grante e Roberto Maietta, il soprano Letitia Nicoleta Vitelaru.
Sono state inoltre assegnate a giudizio della giuria varie borse di studio, due delle quali offerte dal basso trevigiano Roberto Scandiuzzi. Come ogni anno anche la Bellussi Spumanti di Valdobbiadene consegnerà ad uno dei vincitori del “Toti Dal Monte” una ulteriore borsa di studio di € 5.000,00 che sarà consegnata solo in un secondo tempo: la scelta verrà infatti operata secondo il parere del pubblico che presenzierà alle tre recite in programma al Teatro Comunale di Treviso.

Gilberto Mion

  Redattore

Studi ad indirizzo classico. Già collaboratore del quotidiano Il Gazzettino, della rivista Pagine Venete e di altre testate regionali, ha&n...

>> continua