Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Fondazione Palazzetto Bru Zane, i concerti 2016/2017

La Fondazione Palazzetto Bru Zane ha da poco presentato la sua ottava stagione artistica: Venezia, Parigi, Monaco, Bonn, Grenoble, Metz e tante altre città europee ospiteranno le sue produzioni da settembre 2016 a giugno 2017

Fondazione Palazzetto Bru Zane, i concerti 2016/2017

Giunta all'ottava stagione, la Fondazione Palazzetto Bru Zane ha presentato alla stampa la sua attività 2016/2017, finalizzata alla conoscenza e diffusione del repertorio musicale romantico francese; anche a prima vista, una stagione come al solito molto intensa prevedendo numerosi appuntamenti spazianti dall’opera all'operetta, dalla musica sinfonica a quella da camera; e comprendente inoltre progetti didattici, eventi musicali per le famiglie, due convegni ed un ciclo di incontri culturali. Tutti eventi che non interessano solo Venezia - sede della Fondazione - ma anche molte città italiane ed europee. E non vogliamo passare in secondo piano l'uscita di libri e di produzioni discografiche, prodotte direttamente o in partnership.

Curiosamente, in questa stagione 2016/2017 – che vede anche svariate riprese di precedenti produzioni - i due autori presi in esame per le consuete rassegne monotematiche non potrebbero essere più diversi. In effetti, la vedremo inaugurata da un festival autunnale dedicato alla figura del grande Camille Saint-Saëns, e poi esser conclusa nel 2017 da un ciclo primaverile di otto concerti, tra aprile e maggio, aventi per epicentro un autore dimenticato quale Fernand de La Tombelle (1854-1928), il quale svolse la sua poliedrica attività di compositore ed organista (ma anche di scrittore, pittore, fotografo, astronomo e...gastronomo) in piena Belle Époque.

Nondimeno, anche nell'ambito del festival “Camille Saint-Saëns, tra romanticismo e modernità” saranno presi in esame non titoli ben conosciuti al pubblico, bensì aspetti meno noti e tra loro talvolta opposti della produzione del celebre musicista francese. A Venezia, in otto concerti dal 24 settembre al 3 novembre 2016, sarà la sua musica da camera a far la parte del leone, con esecutori vari tra cui i solisti della Chapelle Musicale Rheine Elisabeth, il Quartetto di Cremona con Andrea Lucchesini, il pianista Philippe Bianconi, il Mozart Piano Quartet, il baritono Tassis Christoyannis, il Trio Latitude 41. A Parigi si vedranno invece  le riprese di due sue opere teatrali praticamente dimenticate. Tutta intrisa di wagnerismo la Proserpine (1887) che sotto la direzione di Ulf Schirmer sarà presentata ad ottobre, all'Opéra Royal de Versailles, dopo un'apparizione a Monaco di Baviera; in contrapposizione ideale, un precedente lavoro del 1877 dallo stile pienamente fantastico - Timbre d’argent - che verrà invece portato in scena in giugno 2017 all'Opéra Comique, sotto la bacchetta di F.X Roth.
Quest'ultimo spettacolo appare inserito nell'ambito del quinto Festival Palazzetto Bru Zane a Parigi, insieme ad altre due opere da tempo immemore fuori repertorio: La Reyne de Chypre di F. Halévy che sarà diretta da Hervé Niquet al Theâtre des Champs-Élysèes, e Phèdre di J.B. Lemoyne diretta da Julien Chauvin al Theâtre des Bouffes du Nord.

Il bicentenario della morte del musicista Étienne-Nicolas Méhul (1763-1817), tra i fondatori del romanticismo musicale francese, costituirà l'occasione per una tournée tra Germania e Francia dell'orchestra Les Siécles diretta da F.X. Roth, con un programma di sue varie composizioni tra cui l'inedita Messe pour le sacre de Napoléon, rintracciata negli archivi parigini. Per di più, a gennaio a Fondazione Bru Zane farà uscire un cofanetto CD live del melodramma Uthal del 1806, con l'ensamble Talens Lyriques guidato da Christophe Rousset; cosa che permetterà di scoprire quella sua inusuale strumentazione senza violini, che tanto impressionò all'epoca Grétry e Berlioz.

Nel 2017 in Francia ci saranno le elezioni politiche: avvenimento che ha suggerito un nuovo concerto vocale-strumentale a tema  (dopo i meritati successi di « Le ventre de Paris», « C'era una volta » e « Au pais où se fait la guerre ») imperniato sulla politica, e cioè « Votate per me » che la Clique des Lunaisiens, dopo la prima veneziana del 23 febbraio 2017, porterà in tournée in Francia.

Il programma Romantici in erba, destinato alle scuole del Veneto e giunto alla sua quinta edizione, proseguirà il lavoro di sensibilizzazione dei più giovani nei confronti della musica classica per mezzo di laboratori pedagogici e di concerti concepiti specificamente per i loro scolari. Ma le porte del Palazzetto Bru Zane saranno aperte anche alle famiglie: infatti, mediante un ciclo di eventi previsti alla domenica pomeriggio i bambini dai 4 anni in su, accompagnati dai loro genitori, potranno partecipare ad appositi laboratori musicali ed assistere a un concerto a loro dedicato.

Il programma completo degli appuntamenti della stagione 2016/2017 è consultabile al sito www.bru-zane.com.

 

Gilberto Mion

  Redattore

Studi ad indirizzo classico. Già collaboratore del quotidiano Il Gazzettino, della rivista Pagine Venete e di altre testate regionali, ha&n...

>> continua