Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Elisabetta Pozzi è 'Cassandra' al Teatro Franco Parenti

Dal 1° al 13 marzo l'attrice impegnata in un monologo sulla profetessa greca prodotto dal Teatro Due di Parma.

Elisabetta Pozzi è 'Cassandra' al Teatro Franco Parenti

Cassandra, la profetessa troiana a cui Apollo ha dato il dono di prevedere il futuro - e insieme la condanna a non essere creduta - è una delle figure femminili del mito greco di più profonda tragicità,  per l’impotenza, l’impossibilità di condivisione, la forzata solitudine nel sostenere il peso della conoscenza.

Elisabetta Pozzi, in questo caso anche drammaturga, ha creato un monologo in cui, partendo dalle versioni classiche di Omero, Seneca ed Euripide, proietta  la figura della profetessa nella nostra contemporaneità, avvalendosi del contributo di autori quali Nietzsche, Wislawa Szymborska, Ghiannis Ritsos, T.S. Elliot.

L’epilogo, dai toni tutt’altro che rassicuranti, è firmato da Massimo Fini e racconta di una Cassandra che vede il futuro dell’uomo moderno con la sua incapacità di porsi dei limiti e che è ormai ‘diventato un minuscolo ragno al centro d’una immensa tela che si tesse ormai da sola e di cui è l’unico prigioniero. Anche oggi l’uomo può diventare vittima di metaforici cavalli di Troia: doni che vengono accolti con entusiasmo e che in realtà possono minare le fondamenta della nostra civiltà provocandone il crollo.

Guido Buganza ha progettato per lo spettacolo un scenografia costituita da cornici semidistrutte a simboleggiare l’attraversamento del tempo compiuto da Cassandra e dal suo messaggio. Daniele D’Angelo ha creato un accompagnamento musicale originale, una tessitura di suoni e musica che sostengono l’intero testo, diventandone il fil rouge, su cui s’innestano i movimenti coreografici di Alessio Romano.

 

Davide Cornacchione

  Redattore

Studi classici e laurea in farmacia. La lettura del Macbeth di Shakespeare suggerita da una lungimirante insegnante di italiano in terza media ha stim...

>> continua