Teatro

Donne, donne, donne nei Teatri di Sanseverino

Presentata la stagione 2016-17 dei Teatri di Sanseverino: oltre 100 appuntamenti in 6 mesi che coprono ogni genere di spettacolo. Grandi nomi al Teatro Feronia con la prosa di livello nazionale. Riapre il Teatro Italia, danneggiato dal terremoto del 24 agosto e restaurato a tempo di record. Rassegna cinematografica al Teatro San Paolo. Incontri con l'autore nei Palazzi Nobiliari del centro storico

Donne, donne, donne nei Teatri di Sanseverino

La stagione 2016-17 dei Teatri di Sanseverino “fa cento”: tanti sono gli appuntamenti previsti in 6 mesi con il filo conduttore della figura femminile (“Donne, donne, donne” è il noto refrain di un brano della Vedova allegra): storie di donne forti e volitive, capaci di prendere in mano il loro destino a prescindere dal ceto sociale, dalla professione e dall'istruzione, figure in grado di essere o divenire punto di riferimento anche per gli altri e di tracciare un cammino positivo, descritte in commedie celebri o nuovissime, rappresentate in film vincitori di premi prestigiosi, raccontate in incontri, evocate in opere liriche e musical. La presentazione è avvenuta in una affollata conferenza stampa (presenti il Sindaco Sovrintendente Rosa Piermattei, gli assessori alla cultura Vanna Bianconi e al bilancio Tarcisio Antognozzi, il direttore artistico Francesco Rapaccioni, il delegato AMAT Raimondo Arcolai) durante la quale il tenore Dario Ricchizzi ha eseguito un'aria di Puccini come anticipazione della rassegna Lirica Palazzo Servanzi Confidati.

La stagione in abbonamento al Teatro Feronia, realizzata insieme all'Amat, presenta 6 commedie che avvicinano testi classici ma rivisitati in chiave contemporanea e testi del secondo Novecento con protagoniste e registe donne. Il cartellone si apre giovedì 27 ottobre alle 21 con Diamoci del tu, commedia con Anna Galiena ed Enzo Decaro per la regia di Emanuela Giordano. Domenica 6 novembre alle 17,30 arriva al Feronia la commedia forse più rappresentata al mondo, Filumena Marturano di Eduardo De Filippo, con la regia della grande Liliana Cavani e Mariangela D'Abbraccio e Geppy Gleijeses protagonisti. Nancy Brilli arriva per la prima volta a San Severino giovedì 8 dicembre alle 17,30 con La bisbetica domata di William Shakespeare, in una nuova edizione curata da Stefania Bertola con regia di Cristina Pezzoli. Torna a San Severino domenica 5 marzo alle 17,30 una delle attrici più brave del teatro europeo: Maddalena Crippa è protagonista di una edizione “cafè chantant” dell'operetta La vedova allegra accompagnata sul palco da quattro musicisti che suonano dal vivo. L'appuntamento di domenica 19 marzo alle 17,30 è con Le Sorelle Marinetti alle prese con Risate sotto le bombe, una divertente commedia musicale. Chiude la stagione la drammaturgia contemporanea: Marina Massironi e Alessandra Faiella sono le interpreti, domenica 2 aprile alle 17,30, di Rosalyn, testo contemporaneo del drammaturgo Edoardo Erba, per la regia di Serena Sinigaglia.

Fuori abbonamento il palcoscenico è per le formazioni del territorio, in modo da favorire la produzione, la ricerca e la sperimentazione in una prospettiva in cui la passione possa divenire occasione lavorativa. La stagione fuori abbonamento è ricchissima e propone lirica, musical, danza, concerti e dialetto. Tre i musical in calendario, il primo con le canzoni degli Abba (Thank you for the music, 21 e 22 ottobre), il secondo sulla storia italiana dagli anni Settanta a oggi (Buonanotte Italia, 28 gennaio), il terzo ispirato alla Bella Addormentata (Il bacio incantato, 3 e 4 febbraio). Per la danza appuntamento il 14 gennaio con la originale proposta di Alessandra Torregiani in A come Armonia. Il dialetto è presente con una nuova commedia proposta dal Gruppo Teatrale L'Alternativa (Lo pétrojo di Dante Cecchi, 8 e 9 aprile). La sezione concertistica è assai nutrita e presenta vari generi: dai concerti di musica classica ormai abituali, Concerto di Santa Cecilia (Accademia Feronia, 26 novembre), Concerto di Natale (Orchestra Feronia, 17 dicembre), Concerto Gospel (28 dicembre), Concerto dell'Epifania (Corpo Filarmonico, 7 gennaio), Concerto di San Valentino (Coro Tourdion Ensemble, 11 febbraio) e Concerto "Anima lieta" (Coro Sant'Agostino, Chiesa del Glorioso, 25 marzo) ai concerti di musica leggera e rock, Mafalda in concerto (30 ottobre), Homeless rock fest (12 novembre), Omaggio a Rino Gaetano (18 febbraio).

Grande novità è la presenza della lirica con tre opere celeberrime presentate a Palazzo Servanzi Confidati in edizioni “da salotto”, cioè con i costumi di scena e i cantanti protagonisti accompagnati al pianoforte: L'elisir d'amore di Gaetano Donizetti (19 ottobre), La traviata di Giuseppe Verdi (10 febbraio), Tosca di Giacomo Puccini (12 aprile) le cui eroine entrano di diritto in questa stagione “al femminile”.

Gli Incontri con l’autore quest'anno dedicano molto spazio a un progetto legato alla raccolta di poesie Xenia di Montale che cinquant'anni fa fu stampata per la prima volta a San Severino dalla tipografia Bellabarba: una serie di incontri sul tema del dono (xenia significa dono in greco antico), con studiosi e professori universitari, sarà tenuta in Palazzi Nobiliari del centro storico, luoghi solitamente chiusi al pubblico, mentre la Pinacoteca Civica ospita un'attesa mostra d'arte su Eugenio Montale poeta e pittore. Nella rassegna anche un incontro dedicato all'Orlando furioso di Ludovico Ariosto (Associazione Sognalibro, 19 ottobre), di cui quest'anno ricorrono i cinquecento anni dalla prima edizione; un appuntamento (riservato a insegnanti) sulle nuove tecnologie informatiche legate alla didattica con Laura Properzi (20 ottobre); un confronto con Clelia Rumachella che presenta la biografia del figlio Giorgio Farroni, campione paralimpico (5 febbraio); la sorpresa dell'architetto Luca Maria Cristini con una sua nuova pubblicazione sul Buon Gusto (18 marzo), oltre il consueto incontro con il direttore artistico dello Sferisterio Francesco Micheli, riservato alle scuole, in preparazione della stagione lirica di Macerata.

Il Teatro Italia, reso inagibile dal terremoto e restaurato a tempo di record, ospita la rassegna Altre culture che presenta Stati Uniti, selvaggio West (domenica 23 ottobre ore 17, immagini di Francesco Rapaccioni, incontro con gli americani residenti), Piccolo Tibet, dimensione privilegiata dello spirito (immagini di Maria Stefania Domizi, incontro con gli indiani residenti, domenica 13 novembre ore 17), Etiopia, sorrisi fra la polvere (domenica 4 dicembre ore 17, immagini di Francesco Rapaccioni, incontro con l'associazione Sorrisi per l'Etiopia), Portogallo, verso l'Oceano (domenica 12 febbraio ore 17, immagini di Maria Stefania Domizi, incontro con i portoghesi residenti), Russia, lungo la Transiberiana (sabato 4 marzo ore 21, immagini di Federica Piantoni, incontro con i russi residenti, anche per ricordare i cento anni dalla costruzione della linea ferroviaria), I colori del Brasile (immagini di viaggio di Federica Piantoni, incontro con i brasiliani residenti, sabato 1 aprile ore 21).

I progetti scolastici sono due: Scuole a Teatro per le superiori e Teatro vietato ai maggiori per l'istituto comprensivo: film, incontri e musical riservati agli studenti in orario di scuola, cosicché tutti siano parte della vita culturale cittadina.

Molto articolata la programmazione cinematografica al Teatro San Paolo, anch'essa prevalentemente legata al tema della stagione, che si apre con una novità: giovedì 20 ottobre una serata a ingresso gratuito con un "film a sorpresa", un modo originale e curioso di ringraziare gli spettatori e iniziare una nuova stagione insieme. A seguire una rassegna di sette titoli fuori abbonamento: uno riservato alle scuole e sei in doppia serata per i quali è prevista una tessera di ingresso a 20,00 euro (L'uomo che vide l'infinito, Julieta, Il condominio dei cuori infranti, Demolition, La pazza gioia, Escobar). La stagione in abbonamento prevede otto titoli in doppia serata (giovedì e venerdì, dal 12 gennaio al 3 marzo), tutti nuovissimi e molto interessanti, che ancora debbono uscire nelle sale, per cui gli esatti abbinamenti tra date e titoli verranno comunicati successivamente. Questi i titoli: Io, Daniel Blake, 7 minuti, Piuma, Un padre, una figlia, La vita possibile, Neruda, Captain Fantastic, Il medico di campagna.

I prezzi di abbonamenti e biglietti restano gli stessi da 10 anni; inoltre sono previsti sconti e agevolazioni per giovani e famiglie. Gli abbonati possono riconfermare il proprio posto presso il botteghino del Feronia dal 15 al 17 ottobre ore 16-20; i nuovi abbonamenti sono in vendita dal 20 al 22 ottobre ore 16-20 con possibilità di prenotazione telefonica il 20 ottobre dalle 9 alle 12 allo 0733 641296. Disponibile il babysitting gratuito durante gli spettacoli in abbonamento al Feronia. Il punto informazioni sarà gestito dalla Pro Loco, aperta da martedì a domenica dalle 9 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19. I Teatri di Sanseverino da quest'anno hanno una PAGINA FACEBOOK per informare e comunicare date e appuntamenti.

Francesco Rapaccioni

  EX-REDATTORE di MACERATA

Francesco ha tre manie che rasentano la compulsività: viaggi , teatro e libri. Visto così, non si direbbe che da vent'anni è uno stimatissimo giorn...

>> continua