Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Teatro

Corteo del Cirque du Soleil arriva in Italia

Debutterà a Torino "Corteo", uno degli spettacoli del Cirque du Soleil più amati dal pubblico, per la regia di Daniele Finzi Pasca.

Le Cirque du Soleil
Le Cirque du Soleil

Dal 2005 a oggi Corteo, tra gli spettacoli del Cirque du Soleil più amati dal pubblico, ha coinvolto oltre otto milioni di spettatori in una ventina di Paesi e in quattro diversi continenti. Ma non era mai arrivato in Italia. Dal 26 settembre sarà in prima nazionale al Pala Alpitour di Torino per poi toccare le arene di diverse città italiane:  Milano, Bologna, Pesaro.

Per INFO e DATE: Corteo (Scheda Spettacolo)

Il funerale immaginario di un clown

Corteo è la storia di un clown che immagina il suo funerale. La processione chiassosa di sgangherati amici che lo ricordano si svolge in un’atmosfera carnevalesca come quella che accompagna le parate. “E uno spettacolo dove il tragico e il comico viaggiano vicini - spiega il regista - per piangere e ridere allo stesso tempo”

Contrapponendo il piccolo al grande, il ridicolo al tragico, la magia della perfezione al fascino dell’imperfezione, lo spettacolo sottolinea la forza e la fragilità del protagonista. Per mostrare un lato dell’umanità che risiede in tutti noi. Dal piano della realtà si passa a quello della memoria e del sogno attraverso una catena di flash back. “Il clown raggiunge un mondo popolato da angeli - racconta Finzi Pasca - per poi tornare in mezzo ai suoi compagni burloni”.

La dimensione aerea e onirica, la tecnologia

E’ uno spettacolo che vola. La dimensione aerea è di grande impatto. Permette di tracciare un mondo che appartiene al sogno, di delineare una dimensione totalmente diversa da quella reale. “Tra le scene a cui sono più affezionato - precisa Finzi Pasca - il passo a due di un uomo e una donna lillipuziani, non bambini ma persone davvero minute nella statura e nelle dimensioni. Ad un certo punto lei si solleva aggrappata ad alcuni palloncini e vola sul pubblico”

Il passaggio dai tendoni da circo, chapiteau, alle arene, avvenuto nel 2015, ha introdotto nuove sfide per gli astisti del Cirque du Soleil, costituendo altri pericolosi limiti da superare. “Gli acrobati affrontano ogni volta nuove possibilità nel contesto di una macchina scenica sempre più complessa e dotata di tecnologie raffinatissime, come in un grande concerto rock”, sottolinea il regista.

L’atmosfera teatrale di “Corteo”

Ha un’atmosfera teatrale come nessuno show del Cirque du Soleil, anche per la parte musicale coordinata da Maria Bonzanigo. Le tende ispirate alla Torre Eiffel e quelle centrali dipinte a mano rendono l’idea della grandiosità del palco dove si muovono una cinquantina di acrobati, musicisti, cantanti e attori da tutto il mondo. Ove possibile la platea è doppia, con due ordini di spettatori da entrambe le parti che assistono allo spettacolo frontalmente. 

Sulla superficie del palcoscenico appare il disegno di un grande labirinto ispirato a quello della cattedrale gotica di Chartres in Francia, che si scompone e si ricompone.  “E’ una visione molto teatrale del circo - conclude Finzi Pasca - che rimanda alla nostra tradizione ma non solo. C’è chi ha visto un riferimento a Fellini nello spettacolo. Di certo Corteo coglie un’estetica che appartiene anche alla nostra tradizione e la proietta nella contemporaneità”.
 

Per INFO e DATE: Corteo (Scheda Spettacolo)

Qui TUTTI GLI SPETTACOLI in scena in Italia.

 

Simona Griggio

  REDATTORE di MILANO

Giornalista e critico di spettacolo. Comincia la sua attività nel 1995 a Milano collaborando con il magazine Madame Class Figarò, ed in seguito con ...

>> continua