Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Arancia Meccanica: la sottile linea di confine tra bene e male

Arancia Meccanica: la sottile linea di confine tra bene e male

Il 1 aprile il Teatro Bellini – Teatro Stabile di Napoli ospiterà il debutto in Prima Nazionale di "Arancia Meccanica”, tratto dal visionario romanzo A Clockwork Orange di Anthony Burgess del 1962.

Il romanzo, riadattato per il grande schermo da Stanley Kubrick nel 1971 con il titolo “Arancia Meccanica”, è divenuto uno dei capisaldi della cinematografia, un film che ha lasciato un segno tale da scoraggiare negli anni l'idea di una messinscena.

A distanza di 51 anni dalla prima pubblicazione del romanzo appare evidente come  Burgess avesse saputo guardare oltre il suo tempo, presagendo, attraverso la storia di Alex e dei suoi amici Drughi, una società sempre più incline al controllo delle coscienze ed all'indottrinamento di un "pensiero unico".

L’estrema attualità delle tematiche trattate e  l’adattamento del testo che lo stesso Burgess aveva elaborato a suo tempo per il teatro, sono alcune delle motivazioni che hanno spinto il regista Gabriele Russo, affiancato da Tommaso Spinelli che ha curato la traduzione del testo,  ad accettare la sfida di una  trasposizione teatrale.

La parte musicale, considerata uno degli elementi distintivi dell’opera, è stata affidata a  uno dei musicisti più stravaganti e sopra le righe del panorama musicale nazionale: Marco Castoldi in arte Morgan.

Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Bellini di Napoli, dal 1 al 13 Aprile.

 

Loredana Borrelli

  Redattore

"Storica penna" di teatro.it e psicologa. Da sempre intenta a coniugare queste due grandi passioni. Fa parte per 5 anni della Compagnia Teatrale G...

>> continua