Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Anticipazioni sulla nuova stagione 2017 del Teatro Massimo di Palermo

Tra lirica e sinfonica, fino al Giappone. Inoltre, le celebrazioni per i 20 anni di riapertura del teatro ed i 70 anni di Salvatore Sciarrino.

Anticipazioni sulla nuova stagione 2017 del Teatro Massimo di Palermo

Grandi novità per la nuova stagione del Teatro Massimo di Palermo, che celebrerà i 20 anni dalla riapertura insieme ai 70 anni del compositore Salvatore Sciarrino. Tra le anticipazioni, si segnala a ottobre Adriana Lecouvreur, la cui protagonista sarà Angela Gheorghiu, mentre i costumi saranno realizzati in esclusiva dallo stilista Emmanuel Ungaro che prosegue così la collaborazione con il Teatro Massimo. A novembre arriva il nuovo allestimento di Sciarrino Superflumina, regia di Rafael Villalobos, ed  a gennaio il Macbeth di Verdi, per la regia di Emma Dante, interpretato da cantanti della nuova generazione tra cui Luca Salsi. A febbraio ci sarà Norma (regia Luigi Di Gangi e Ugo Giacomazzi) dei Teatri Alchemici, con un cast pieno di star del belcanto, a partire da Mariella Devia; alla guida dell’orchestra Gabriele Ferro, direttore musicale del Teatro. A marzo, ecco La Traviata, con Desirée Rancat; per lo spettacolo, che insieme a Tosca sarà portato in scena in Giappone, sarà inoltre, realizzata una inedita fragranza dallo stesso stilista Ungaro.

Il 12 maggio 2017, con l’esecuzione della Seconda Sinfonia, Resurrezione, di Gustav Mahler, il Teatro Massimo festeggia il ventesimo anniversario della sua riapertura; a guidare l’Orchestra e il Coro del teatro sarà Gabriele Ferro. La stagione sinfonica si aprirà invece a febbraio con un doppio concerto, protagonista Thomas Quasthoff, la cui voce straordinaria vincerà ancora una volta sulla disabilità fisica: alle 20.30 sarà la voce recitante nel capolavoro romantico Ein Sommernachtstraum op.61 di Mendelssohn (direttore Gabriele Ferro, alla guida di Orchestra, Coro e Coro di voci bianche della Fondazione), alle 22.30 il protagonista di in insolito jazz concert.

Tra gli altri eventi: a settembre, l’opera Midsummer night’s dream di Benjamin Britten; a novembre il Teatro Massimo ospiterà il grande pianista italiano Maurizio Pollini, mentre Marco Paolini sarà regista e voce recitante del suo nuovo spettacolo (solista Mario Brunello) che indagherà sul rapporto tra tecnologia e natura; ad aprile Pippo Delbono reinterpreterà il capolavoro di Bach La passione secondo Giovanni in forma scenica, un nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro dell’Opera di Roma e il Teatro San Carlo di Napoli, una grande prova per Orchestra e Coro del Teatro.

www.teatromassimo.it

 

Salvatore Di Marzo

  Redattore

Nato e laureato a Napoli, Salvatore Di Marzo collabora a diverse testate giornalistiche e progetti culturali universitari con articoli e recensioni.&n...

>> continua