Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Teatro

Addio a Valeria Valeri: 70 anni di eleganza sul palcoscenico

Dalla seconda metà degli anni Quaranta Valeria Valeri, classe 1921, ha calcato ininterrottamente il palcoscenico, affermandosi tra le attrici più popolari del dopoguerra.

Valeria Valeri
Valeria Valeri

Valeria Valeri è scomparsa questa mattina a Roma all’età di 97 anni. L’attrice – all’anagrafe Valeria Tulli - è stata tra le più celebri interpreti brillanti del teatro italiano e ha calcato ininterrottamente il palcoscenico per oltre 70 anni senza mai smettere di lavorare. I funerali si svolgeranno domani, 12 giugno, nella Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo, a Roma.

Celebri sodalizi, in scena e nella vita

La sua lunga carriera l’ha vista recitare già nella stagione 1950-51 accanto a Gino Cervi e Andreina Pagnani, per poi entrare a far parte della compagnia del Teatro Stabile di Genova, recitando Ĉechov e Dostoevskij. Numerosi i sodalizi artistici celebri, prima con Alberto Lupo, poi, a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, con Alberto Lionello. Vale la pena ricordare il legame professionale e affettivo con Enrico Maria Salerno, dal quale ha avuto una figlia, Chiara, anche lei attrice e doppiatrice.

Nella stagione 1977-78 ha recitato con Gino Bramieri nella commedia di Terzoli & Vaime Anche i bancari hanno un’anima. A partire dagli anni Ottanta e fino alla stagione 2012-13 ha recitato in coppia con un altro grande del teatro, recentemente scomparso: Paolo Ferrari. Insieme hanno portato in tournée per l’Italia numerosi testi brillanti: da Fiore di cactus, a Sinceramente bugiardi -commedia nella quale ha recitato per tre anni insieme alla figlia Chiara Salerno – passando per Gin Game, ma soprattutto Love Letters.

 

Paolo Ferrari e Valeria Valeri in Love Letters (2002/2003)

Il cordoglio degli artisti

Numerosi i messaggi di cordoglio da parte dei colleghi del mondo dello spettacolo: sul suo profilo Twitter, Rita Pavone, che con Valeria Valeri aveva lavorato nel celebre Giornalino di Gian Burrasca televisivo – la saluta così: “Stupenda attrice e donna meravigliosa, è stato un onore per me lavorare con te. Sarai sempre nel mio cuore,  mammina. Il tuo Giannino”.

Mentre Milena Vukotic, con la quale Valeria Valeri era tornata a recitare in teatro nello spettacolo Le fuggitive - si dice desolata. “Sono andata a farle visita recentemente – ha dichiarato - e ho ritrovato la stessa complicità che avevamo sin da Gian Burrasca”.

La sua ultima apparizione pubblica è datata 2016, quando Massimo Ranieri le ha dedicato un omaggio durante una puntata del suo one man show televisivo Sogno e son desto.
A proposito del suo modo di fare teatro, l’attrice ha dichiarato: “Siamo rimasti in pochi a saper far sorridere senza volgarità. Mi sto lentamente trasformando in un Calindri al femminile”.

 

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua