Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Musica

Sanremo 2020: scaletta e cantanti della serata finale

Il colpo di scena della quarta serata del Festival di Sanremo arriva alle due del mattino. Per la serata finale Amadeus sarà affiancato da Francesca Sofia Novello, Diletta Leotta e Sabrina Salerno.

Morgan, Bugo
Morgan, Bugo © LaPresse

Il colpo di scena della quarta serata del Festival di Sanremo arriva alle due del mattino. Siamo quasi a fine gara quando durante l’esibizione di Morgan e Bugo la musica si interrompe all’improvviso. Con le braccia aperte e apparentemente sconcertato l’artista ex dei Blu Vertigo dichiara “Bugo se ne è andato!”. Sembra il testo di una canzone ma è realtà della diretta. 

Il pubblico è attonito, in sala stampa non si sa se ridere o piangere (e c’è chi pensa: ora dovremo cambiare di nuovo il pezzo, speriamo che ci diano almeno la colazione!). Entrano Amadeus e Fiorello, il quale ironizza: “A questo punto diciamo il vincitore stasera stessa e domani stiamo tutti a casa!”. Irraggiungibili nel dietro le quinte, i due artisti non si trovano. Amadeus aspetta fino all’ultimo per dare loro la chance di esibirsi comunque, riprendendo la gara con Rita Pavone, applauditissima. Nessuno si presenta. Alla fine la squalifica del brano “Sincero” è d’obbligo da regolamento. 

Ma, al di là dei conflitti personali e professionali di Morgan e Bugo, che siano fra loro, contro l’orchestra (che alle prove dei duetti aveva definito impossibile da suonare la partitura di Morgan) o contro il “sistema”, è certo che questo colpo di tv ha sollevato una serata lunga e a tratti troppo rituale. Facciamo un passo indietro. La puntata si apre con le nuove proposte e prosegue fluida fra ospiti e cantanti. Fiorello torna ad animare gli spiriti con le sue gag esilaranti. Antonella Clerici si presenta con due bellissimi vallettoni che aprono il libro sulle regole per un Festival di successo. 

Ecco alcuni stralci: che le gaffe di un bravo direttore siano di quelle che, anche cercando di uscire dall’imbarazzo, ne generino altre a catena. Che le conduttrici vengano da ogni parte del mondo, perché così il pubblico non si affeziona, che le serate durino non meno di cinque ore. In effetti la 70.ma edizione, firmata Amadeus, segna un nuovo corso nella storia della kermesse. “C’è un prima e un dopo Amedeus” commenta la Clerici, genuina e sciolta. E mentre il bacio fra Fiorello e Tiziano Ferro dopo la toccante esibizione di “Portami a ballare” segna un momento di emozione imprevista per il pubblico e “Quando quando quando” di Tony Renis è un tuffo nel passato, scorrono i 24 brani. Melodici o rock, romantici o rabbiosi, offrono uno affresco di ciò che è la musica italiana oggi. L’elegante Tosca con “Ho amato tutto” incanta: è un'interprete profonda. 

A vincere il premio della stampa è Diodato con la sua “Fai rumore”. Mentre Achille Lauro, occhi lividi, calze a rete e mantello nero velato da cui si intravede il corpo tatuato, è come sempre eccessivo, ma anche evocativo di memorie.

La classifica

Questa la classifica dei 24 campioni in base ai voti della giuria delle due sale stampa Mia Martini e Lucio Dalla.

Nuove proposte: Leo Gasmann

1. Diodato
2. Gabbani
3. Pinguini Tattici Nucleari
4. Le Vibrazioni
5. Piero Pelù 
6. Tosca
7. Rancore
8. Elodie
9. Achille Lauro
10. Irene grandi
11. Anastasio 
12. Raphael Gualazzi 
13. Paolo Jannacci
14 Rita Pavone 
15 Levante
16 Marco Masini
17 Junior Cally
18 Elettra Lamborghini
19 Giordana Angi 
20 Michele Zarrillo
21 Enrico Nigiotti
22 Riki
23 Alberto Urso

La serata finale, 8 febbraio

Amadeus sarà affiancato da Francesca Sofia Novello, Diletta Leotta e Sabrina Salerno. Si ascoltano tutti i 24 brani dei Campioni per decretare il vincitore del 70° Festival di Sanremo. Il sistema di voto è misto: la classifica fa media con le precedenti e si apre al televoto. Individuati i tre Campioni più votati si azzera tutto per un’ultima votazione. Tra gli ospiti, oltre a Fiorello e Tiziano Ferro, Christian De Sica e il cast di "La mia banda suona il pop", Mara Venier, Biagio Antonacci, Cristiana Capotondi, Vittorio Grigolo, i Gente de Zona, Edoardo Pesce, Wilma De Angelis e Ivan Cottini (ballerino con la Sla).
 

L’ordine delle esibizioni della serata finale:

  • Michele Zarrillo - "Nell'estasi o nel fango"
  • Elodie - "Andromeda"
  • Enrico Nigiotti - "Baciami adesso"
  • Irene Grandi - "Finalmente io"
  • Alberto Urso - "Il sole ad est"
  • Diodato - "Fai rumore" - Spiegazione e significato
  • Marco Masini - "Il confronto" - Spiegazione e significato
  • Piero Pelù - "Gigante" - Spiegazione e significato
  • Levante - "Tikibombom" - Spiegazione e significato
  • Achille Lauro - "Me ne frego" - Spiegazione e significato
  • Pinguini Tattici Nucleari - "Ringo Starr" - Spiegazione e significato
  • Junior Cally - "No grazie" - Spiegazione e significato
  • Tosca - "Ho amato tutto" - Spiegazione e significato
  • Le Vibrazioni - "Dov'è" - Spiegazione e significato
  • Raphael Gualazzi - "Carioca" - Spiegazione e significato
  • Francesco Gabbani - "Viceversa" - Spiegazione e significato
  • Rita Pavone - "Niente (Resilienza 74)" - Spiegazione e significato
  • Anastasio - "Rosso di rabbia" - Spiegazione e significato
  • Riki - "Lo sappiamo entrambi"
  • Giordana Angi - "Come mia madre"
  • Paolo Jannacci - "Voglio parlarti adesso"
  • Elettra Lamborghini - "Musica (e il resto scompare)"
  • Rancore - "Eden"

 

Simona Griggio

  REDATTORE di MILANO

Giornalista e critico di spettacolo. Comincia la sua attività nel 1995 a Milano collaborando con il magazine Madame Class Figarò, ed in seguito con ...

>> continua