Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Musica

Festa della donna in musica all’Auditorium di Roma

Al Parco della Musica, si festeggia l’8 Marzo con uno spettacolo dal vivo tutto al femminile.

Festa della donna in musica all’Auditorium di Roma

“50 anni e sono ancora mia”, questa è la proposta dell’Auditorium Parco della Musica (Sala Petrassi) per celebrare la Festa della donna l’8 marzo. Lo spettacolo, scritto e diretto da Pino Ammendola, porta in scena un’orchestra di quattro elementi ed un’interprete, Maria Letizia Gorga. Insieme, percorreranno attraverso dei brani-simbolo, la strada che nel ’68 cambiò il ruolo della donna nella visione della società.

Il ’68 ed il suo inno alla felicità

Esattamente a cinquanta anni di distanza, un momento indelebile per i cambiamenti sociali che segnarono l’epoca ‘sessantottina’, ”50 anni e sono ancora mia” è lo spettacolo della memoria, e lo fa attraverso la canzone.
Un percorso musicale nel mondo femminile che prende in prestito una storia come tante, quella di una mamma che cinquant’anni prima mise al mondo quella figlia che oggi inaugura lo stesso spazio occupato al tempo dalla madre. Maria Letizia Gorga è la cantante (e anche madre) che interpreta i pezzi più significativi di quel decennio a cavallo del ‘68, pezzi come Gianna, Gli uomini non cambiano e Il Kobra.

La celebrazione del duo Ammendola/Gorga

“50 Anni e Sono Ancora Mia, è uno spettacolo che ci piace molto portare in scena - spiega Pino Ammendola, autore e regista - perchè sottolinea le vere conquiste delle donne, quelle che sono rimaste fino ad oggi!”.
“Si diceva IO SONO MIA e mai come oggi di quel grido c'è bisogno! - Aggiunge Maria Letizia Gorga. - Ci piace raccontare con leggerezza, come solo la musica sa fare, la storia di un percorso che non deve fermarsi, che deve continuare ad andare avanti...”.

Maria Domenica Ferrara

  CAPOREDATTORE

Romana de’ Roma – e ne va fiera: Maria Domenica (o come la chiamavano tutti, Mary) è da sempre amante dello spettacolo. Dopo un master in comunic...

>> continua