Musica

Daniele Silvestri, un tour con nuove scommesse

Prosegue la tournée del cantante romano, che porta sul palcoscenico il nuovo disco in lavorazione per costruirlo insieme col pubblico.

Daniele Silvestri
Daniele Silvestri © Giuseppe Mazzola

A poco più di un mese dall’esordio della sua tournée “Daniele Silvestri – Teatri /22”, in giro per i teatri dello Stivale, per Daniele Silvestri è tempo di voltarsi indietro per mettere nero su bianco un primo, provvisorio bilancio. 

Posso dirlo? Sono molto orgoglioso. E molto contento”: vede il bicchiere ampiamente mezzo pieno il cantante capitolino commentando la prima metà del suo tour di quest’anno, caratterizzato da concerti in cui non solo trovano spazio hit consolidate e brani inediti, ma in cui i fan hanno anche l’opportunità di assistere alla magia della nascita di nuova musica, come se fossero al cospetto di una sala di registrazione.

GLI SPETTACOLI
IN SCENA IN ITALIA

Costruire un disco insieme

Silvestri ha deciso, infatti, di non lasciare a casa il nuovo disco in lavorazione, ma di portarlo in scena, costruendolo sul palco insieme col pubblico: una scelta coraggiosa che non tradisce la sua innata originalità. Qui le tappe della tournée.

La contentezza dell’artista romano per questo primo scorcio di tournée è più che giustificata, visti anche i numerosi sold out di cui si può già fregiare il tour 2022 dell’uomo col megafono: a partire dalla data zero, quella di Assisi, con il Teatro Lyrick gremito in ogni ordine di posti, passando per i sold out di Palermo, Cosenza, Parma, Torino, Bologna, Cagliari e quelli – ampiamente prevedibili - delle due date di Roma, dove Daniele Silvestri è di casa. 


Non solo: a testimoniare il successo del tour anche l’aggiunta di nuove tappe: Cagliari, Carpi, Taranto e un nuovo appuntamento all’Auditorium Parco della Musica, dove Silvestri chiuderà in bellezza il suo percorso a contatto col pubblico.

Scommesse vincenti 

Le scommesse erano tante e piuttosto ambiziose, qualcuno avrebbe detto “suicide”- ha detto l’artista romano tirando le fila della prima parte della tournée - trasformare un teatro in uno studio di registrazione e portarcelo in giro, proporre brani non solo inediti ma ancora in fase di scrittura, inventarne altri praticamente sul momento, creandoli dal nulla sul palco stesso e davanti al pubblico”. 


Scommesse ampiamente portate a casa dato che “il risultato - sì, adesso posso dirlo - è probabilmente lo spettacolo più bello che io abbia avuto la fortuna di realizzare fino ad oggi”, ha aggiunto con orgoglio Silvestri, che non ha dimenticato di ringraziare i tanti fan accorsi ad avvolgere di passione e calore le sue evoluzioni teatrali.
 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
 

Marco Nota

  Redattore

...

>> continua