Musica

Aretha Franklin: muore la Regina del soul 

Si è spenta la voce della più grande interprete di soul e rhythm & blues

Aretha Franklin
Aretha Franklin

Cause you make me feel,
You make me feel,
You make me feel 
Like a natural woman

Non eri affatto una donna normale, Aretha Franklin. Devi per forza avere qualcosa di speciale quando sei tu, prescelta tra mille artisti, ad accogliere in Campidoglio il primo presidente nero degli Stati Uniti d’America e a cantare l’orgoglio della gente di colore davanti a un’intera nazione. Soprattutto se metti tutta la tua voce in My country – Tis of thee, l’inno più antico, quello che parla di libertà, ma anche di padri pellegrini e quindi di un’America in cui i neri erano schiavi. 

Hai fatto una lunga strada… 

…dai cori gospel nelle chiese battiste dove tuo padre faceva il predicatore insieme a Martin Luther King e sei diventata l’emblema, con la tua voce straordinariamente versatile, ma potentissima, di una musica che sul finire degli anni ‘60 chiedeva Respect anche per le donne e per il loro modo di vivere, e che ti faceva entrare, prima artista fra tutte, nella Rock and Roll Hall of Fame.  

Hai attraversato…

…momenti di difficoltà, artistica e umana, con la disco music che avanzava e ti relegava in un angolo. Con la voce che perdeva smalto, ma hai saputo reagire, sfruttare un piccolo grande film come The Blues Brothers per tornare a far parlare di te, trovare nuovi stimoli, nuovi produttori e fare ancora grande musica, anche dopo avere superato il tuo cancro. 

Addio Lady Soul che la terra ti sia lieve e che tu possa ritrovare da qualche parte Ray, Otis, Etta, Marvin, Sam e magari anche Amy e Whitney, per ricominciare a cantare insieme.
 

Enzo Gentile

  Redattore

Enzo Gentile è ossessionato da anni dal dilemma ‘Gentile di nome o di fatto ?’ Vorrebbe esserlo solo di nome, ma spesso non gli riesce. Appas...

>> continua