Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Lirica

Leo Nucci è Rigoletto con gli allievi dell’Accademia del Teatro Alla Scala

Il celebre baritono nel capolavoro verdiano. Coro e Orchestra dell’Accademia del Teatro Alla Scala sono diretti dal Maestro Daniel Oren.

Leo Nucci
Leo Nucci © Brescia-Amisano

Gli allievi dell’Accademia del Teatro Alla Scala sono protagonisti, insieme al grande Leo Nucci, dal 2 al 20 settembre al Teatro Alla Scala  di Rigoletto di Giuseppe Verdi nel classico allestimento del 1994 di Gilbert Deflo con scene di Ezio Frigerio e costumi di Franca Squarciapino. Coro e Orchestra dell’Accademia del Teatro Alla Scala sono diretti dal Maestro Daniel Oren.

Al Teatro Alla Scala di Milano.
Per INFO, DATE e BIGLIETTI: Rigoletto

Daniel Oren

Titolo spartiacque nella produzione verdiana

Rispetto alle opere verdiane precedenti, Rigoletto segna un’evoluzione marcata. Per la capacità di tratteggiare caratteri psicologicamente complessi, l’opera è solitamente considerata lo spartiacque tra la prima produzione di Verdi e le opere della maturità, nelle quali il compositore si consacra all'esplorazione realistica della natura umana in tutta la sua tortuosità e mutevolezza. A questo scopo, l’individuazione del soggetto drammatico è un momento assolutamente centrale per la costruzione dell’opera. Verdi infatti perfeziona la scelta dettaglio per dettaglio al fine di ottenere il massimo effetto teatrale, pianifica il lavoro con la massima cura, e costruisce con altrettanta cura la partitura, impiegando con grande flessibilità il linguaggio e le convenzioni formali del melodramma italiano coevo.

Una scenografia folgorante

Lo spettacolo di Deflo, nato nel 1994, riportava il titolo alla Scala dopo oltre 20 anni nell'ambito di un più vasto progetto di riproposizione della cosiddetta trilogia popolare con la direzione di Riccardo Muti: l’ultima produzione, firmata da Margherita Wallman, risaliva infatti al 1970.

Cardine dello spettacolo, divenuto negli anni un classico scaligero, è la folgorante scenografia di Ezio Frigerio che in occasione della prima aveva dichiarato di aver creato un Rigolettonel solco della tradizione, il più elegante e 'bello' possibile. Con mezzi moderni, ho cercato di fare uno spettacolo che sarebbe piaciuto a Verdi e al suo pubblico. L’ho spogliato dall'aneddotica, ma resta un impianto rinascimentale, anche se chi ha un occhio attento potrà notare che gli elementi architettonici sono contaminati da un certo gusto ottocentesco. Una lettura teatrale, però, non storica”.

Il veterano Leo Nucci affiancato da un giovane cast

Attorno al Rigoletto di Leo Nucci, che dopo aver abbondantemente superato le 500 recite è tra gli interpreti più amati della parte, si alternano come Duca di Mantova Riccardo Della Sciucca e Chuan Wang, come Gilda Enkeleda Kamani e Francesca Manzo, come Maddalena Daria Cherniy e Caterina Piva, come Sparafucile Eugenio Di Lieto e Toni Nezic, come Monterone Maharram Huseynov e Giorgi Lomiseli, come Marullo Ramiro Maturana e Hwan An, mentre Valeria Girardello è Giovanna e Lasha Sesitashvili è Ceprano.


Al Teatro Alla Scala di Milano.
Per INFO, DATE e BIGLIETTI: Rigoletto

Qui TUTTI GLI SPETTACOLI in scena a Milano.

 

Davide Cornacchione

  Redattore

Studi classici e laurea in farmacia. La lettura del Macbeth di Shakespeare suggerita da una lungimirante insegnante di italiano in terza media ha stim...

>> continua