Lirica

La Stagione lirica e di balletto 2022-2023 del Teatro La Fenice di Venezia

Quattordici opere, di cui quattro portano il nome di Verdi, quattro settecentesche, tre titoli moderni, tre titoli di repertorio: ecco il cartellone 2022-2023 della Fenice.

Teatro La Fenice di Venezia
Teatro La Fenice di Venezia

Un nome domina la Stagione lirica e di balletto 2022-2023 del Gran Teatro La Fenice: quello di Giuseppe Verdi. Son infatti ben quattro titoli che portano la sua firma, su un complesso di 14 titoli d'opera in cartellone. 

Anzi al grande compositore tocca pure l'onore di inaugurare a dicembre 2022 la stagione veneziana con il suo testamento spirituale, il Falstaff (INFO E DATE) diretto da Muyng-Whun Chung e allestito da Adrian Noble; e di chiuderla ad ottobre 2023 con La traviata (INFO E DATE) (sempre con la consueta regia di Robert Carsen, dirigerà Stefano Ranzani) con recite in alternanza con una nuova produzione de I due Foscari (INFO E DATE); riproponendo, in questo caso, una produzione del Maggio Musicale Fiorentino curata da Grischa Asagaroff. La bacchetta, quella di Sebastiano Rolli. 

GLI SPETTACOLI 
IN SCENA IN ITALIA

Quarto titolo verdiano l'Ernani (INFO E DATE) in scena a marzo, coprodotto con il Palau de les Arts de Valencia; regia di Andrea Bernard, direzione musicale di Riccardo Frizza. Così il legame fra Verdi e la Serenissima viene ricordato con due opere scritte appositamente per la Fenice, ed una ambientata nelle sale di Palazzo Ducale.

La traviata di Verdi, regia di Robert Carsen

Tra antico e modernità

Tre sono in cartellone i lavori moderni e contemporanei: a gennaio 2023 Satyricon (INFO E DATE) di Bruno Maderna, offerto in un nuovo allestimento affidato a Francesco Bortolozzo; sul podio Alessandro Cappelletto. Poi due recenti opere destinate in primis alle scuole: a marzo Bach Haus di Michele Dall'Ongaro, che sarà messa in scena con gli allievi e l'orchestra del Conservatorio B. Marcello; ad aprile Acquaprofonda di Giovanni Sollima, un allestimento AsLiCo che giungerà da Como, diretto da Riccardo Bisatti per la regia di Luis Ernesto Doñas. 

GLI SPETTACOLI
IN SCENA IN ITALIA

Orlando furioso di Vivaldi, regia di Fabio Ceresa


Il teatro barocco sarà presente con un titolo di Händel inedito per Venezia, Il trionfo del tempo e del disinganno (INFO E DATE). Lo vedremo concertato da Andrea Marcon, il regista sarà Saburo Teshigawara. Recite distribuite fra maggio e giugno 2023). A settembre ritorna in scena un must di Vivaldi, l'Orlando furioso (INFO E DATE), ripreso nella versione a cura di Fabio Ceresa già presentata al Teatro Malibran nel 2018, ed ampiamente goduta sul canale YouTube. Lo dirigerà di nuovo Diego Fasolis.

Di vari decenni posteriori, ma pur sempre prettamente settecenteschi, sono invece due capolavori quali Il matrimonio segreto (INFO E DATE) di Cimarosa, che a febbraio vedrà affidata ad Alvise Casellati la parte musicale, a Luca De Fusco quella scenica, appositamente creata per l'occasione; ed Orfeo e Euridice (INFO E DATE) di Gluck, per il quale salirà a maggio sul podio Ottavio Dantone, mentre a Pier Luigi Pizzi è stato commissionato uno spettacolo nuovo di zecca. 

Il barbiere di Siviglia di Rossini, regia di Bepi Morassi

Tre opere di sicuro richiamo, e due balletti

Anche i rimanenti sono titoli di richiamo. A gennaio è prevista una ripresa de Il barbiere di Siviglia (INFO E DATE)  nell'ormai classico allestimento di Bepi Morassi; a dirigerlo è stato chiamato Roberto Palumbo. Tra giugno e luglio tocca ad una inedita produzione wagneriana, Der Fliegende Holländer (INFO E DATE); direttore musicale Markus Stenz, regia nelle mani di Marcin Lakomicki. 

Tra agosto e settembre vedremo una nuova messa in scena di Cavalleria rusticana (INFO E DATE) in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Venezia, che verrà diretta da Donato Renzetti, sotto la regia di Italo Nunziata. 

Lac, con Les Ballets de Montecarlo


Completano il cartellone della Fenice due spettacoli di balletto, entrambi in versioni ormai di repertorio. Il primo a gennaio - La dame aux camélias (INFO E DATE) su musiche di Chopin - vedrà l'Homburg Ballett dare vita alla fortunata coreografia di John Neumeier; il secondo, a maggio, sarà Lac su musiche di Čajkovskij, apprezzatissima coreografia di Jean-Christophe Maillot affidata al Les Ballets de Monte-Carlo. L'uno diretto da Markus Lehtinen, l'altro da Nicolas Brochot.

Vogliamo infine ricordare che, accanto alla stagione lirica, procederà in parallelo quella sinfonica, che prevede da dicembre 2022 a novembre 2023 ben diciotto concerti, ognuno con almeno due date.
 

TEATRO LA FENICE - VENEZIA
La stagione 2022-2023

 

Gilberto Mion

  Redattore

Studi ad indirizzo classico. Già collaboratore del quotidiano Il Gazzettino, della rivista Pagine Venete e di altre testate regionali, ha&n...

>> continua