Lirica

La finta giardiniera per la prima volta al Teatro Alla Scala

L'opera giovanile di Wolfgang Amadeus Mozart in scena ad ottobre a Milano nella produzione del Festival di Glyndebourne

La finta giardiniera
La finta giardiniera

Eseguita una sola volta a Milano alla Piccola Scala nel 1970 con la direzione di Zoltán Peskó e la regia di Filippo Crivelli, questa nuova edizione de La finta giardiniera di Wolfgang Amadeus Mozart, che sarà in scena dall’8 al 29 ottobre al Teatro Alla Scala, è una prima assoluta nella sala del Piermarini.

Il primo dramma giocoso composto da Mozart

Primo dramma giocoso dell’allora diciannovenne genio salisburghese, La finta giardiniera andò in scena a Monaco di Baviera il 13 gennaio 1775. Trovatosi davanti davanti ad un libretto di taglio molto convenzionale, pressoché privo di pezzi d’insieme, Mozart concentra giocoforza il suo desiderio di sperimentazione nelle arie, dimostrando splendida maestria nel rappresentare caratteri e situazioni con varietà di forme e soluzioni espressive. Un aspetto di tale desiderio si coglie nella misura con cui egli ricorre allo stile tragico, non soltanto per le parti serie di Arminda e Ramiro, drammatizzate grazie alla rappresentazione di affetti estremi, ma anche per quelle di mezzo carattere dei protagonisti.

Un cast giovane ma consolidato

Dopo i due titoli di Händel eseguiti negli anni scorsi, prosegue il progetto di esecuzione di opere del Settecento su strumenti originali con la compagine barocca sorta in seno all’Orchestra scaligera, che affronta il primo titolo mozartiano con il Maestro Diego Fasolis sul podio. In quest’occasione viene presentato lo spettacolo del Festival di Glyndebourne che nel 2014 ha rivelato il talento di Frederic Wake-Walker. Il cast comprende alcune delle migliori voci della nuova generazione di cantanti (e attori) mozartiani, già applaudite nel Don Giovanni del 2017: con Hanna-Elisabeth Müller cantano Anett Fritsch, Bernard Richter, Giulia Semenzato e Mattia Olivieri. Un ensemble sperimentato che può trarre frutto dalla complicità costruita in altre esperienze comuni per realizzare al meglio l’immediatezza e la fluidità richieste dal teatro di Mozart. A loro si aggiungono Kresimir Spicer e Lucia Cirillo, protagonisti dei due precedenti successi händeliani alla Scala.


Per INFO, DATE e BIGLIETTI: Scheda dello spettacolo

 

Davide Cornacchione

  Redattore

Studi classici e laurea in farmacia. La lettura del Macbeth di Shakespeare suggerita da una lungimirante insegnante di italiano in terza media ha stim...

>> continua