Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Lirica

“Innovazione e curiosità”: il Teatro Massimo di Palermo si apre alla sperimentazione

Il 23 gennaio si inaugura la nuova stagione del Teatro Massimo di Palermo con il “Guillaume Tell” in lingua francese sotto la direzione di Gabriele Ferro, in occasione dei 150 anni dalla morte di Rossini. Dieci opere, tre balletti e 12 concerti compongono il ricco cartellone che quest’anno punta su innovazione e curiosità legata al contemporaneo.

“Innovazione e curiosità”: il Teatro Massimo di Palermo si apre alla sperimentazione

«Il Teatro Massimo di Palermo ha ripreso prestigio e si presta ad avere pari dignità degli altri teatri europei», afferma il direttore artistico Oscar Pizzo.
Dopo il Guillaume Tell, riallestimento sulla produzione di Damiano Michieletto, regista italiano tra i più apprezzati nel panorama internazionale, dal 21 marzo al 27 marzo va in scena Fra Diavolo, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti, in co-produzione con il Teatro dell’Opera di Roma. Per la prima volta al mondo delle scene saranno realizzate con la stampa 3D. Nella nuova stagione occhio alle nuove forme creative con la realizzazione di oggetti simbolo a cura della giovane start-up palermitana 01, per le dieci opere in programma, che saranno in vendita durante l’anno come merchandising del teatro.

Innovazione tecnologica e nuovi allestimenti

Il 13 ottobre il Rigoletto di Giuseppe Verdi vedrà il debutto alla regia di un’opera lirica di John Turturro, star di capolavori hollywoodiani. Il 20 settembre appuntamento con la danza con la coreografia di Carolyn Carlson, la leggendaria danzatrice e coreografa che ha segnato il percorso della danza contemporanea internazionale degli ultimi trent'anni. Per il Teatro è un rinnovato impegno nel segno della promozione della danza, in una cornice che vede attivi soltanto quattro corpi di ballo stabili nelle Fondazioni liriche italiane. Il 7 marzo atteso appuntamento per il ritorno di Zubin Mehta con la Messa da Requiem di Verdi. Il 21 maggio per il concerto Swing si esibirà l’Orchestra Jazz Siciliana del Brass Group con Fabrizio Bosso solista alla tromba, un appuntamento che conferma la politica di collaborazione del Teatro Massimo con le altre realtà musicali della città. Un concerto d’eccezione il 24 novembre quando il compositore e direttore Tan Dun sarà ospite per la prima volta a Palermo. In apertura un Concerto per smartphone e orchestra, che vedrà la partecipazione della Massimo Kids Orchestra, l’orchestra di giovanissimi costituita quest’anno dal Teatro Massimo e del violoncellista Giovanni Sollima: un concerto interattivo, con triangolazione tra video, violoncello e orchestra.

Dai risultati lusinghieri ai bilanci in crescita

«Il Teatro Massimo è un teatro in salute», conclude il sovraintendente Francesco Giambrone, «sia per i suoi conti in ordine, sia per un cartellone ricco e di qualità volto all’innovazione e alla curiosità, tratto che caratterizza il pubblico di Palermo sempre attento alla novità, con dei lavoratori che credono nella scommessa organizzativa della Fondazione e sono parte attiva di questo progetto, e bilanci che lo scorso anno ci hanno fatto registrare dei dati in aumento del 15%. È un teatro che sta dentro la città, con le attività collaterali come “Una notte a teatro” nella precedente stagione, con l’Opera Camion che anche quest’anno animerà alcuni dei quartieri di Palermo».

Teatro Massimo di Palermo: LA STAGIONE COMPLETA.

 

Lilia Ricca

  Redattore

...

>> continua