Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Lirica

Anna Netrebko rinuncia alla sua partecipazione alla Scala

Il soprano russo non canterà nella nuova produzione scaligera: "Non è giusto costringere un'artista a dare voce alle proprie opinioni politiche e a denunciare la sua patria".

Anna Netrebko
Anna Netrebko © Dario Acosta

A causa della delicata situazione politica che coinvolge la Russia, Anna Netrebko ha comunicato che rinuncerà a cantare nelle repliche della nuova produzione dell’opera Adriana Lecouvreur (INFO Ne DATE) che debutterà in questi giorni al Teatro alla Scala.

La sua decisione di sospendere momentaneamente l’attività artistica non riguarda solo il Teatro alla Scala di Milano ma anche altri impegni tra i quali Macbeth a Zurigo ed un concerto al Liceu di Barcellona. Tutte le repliche dell’opera di Francesco Cilea verranno quindi sostenute dal soprano Maria Agresta.

Anna Netrebko (foto Julian Hargreaves)


L'artista ha spiegato attraverso i suoi social media i motivi della rinuncia; sulla pagina Instagram infatti ha definito una "fake news" la notizia di un'assenza per motivi di salute, spiegandola invece così: "Non è giusto costringere un'artista a dare voce alle proprie opinioni politiche e a denunciare la sua patria".

In una sua precedente presa di posizione sulla guerra in Ucraina, la Netrebko aveva scritto: "Prima di tutto: sono contraria a questa guerra. Sono russa e amo il mio Paese ma ho molti amici in Ucraina e la pena e il dolore ora mi spezza il cuore. Voglio che questa guerra finisca e che la gente possa vivere in pace. Questo è ciò che spero e per cui prego".

Anna Netrebko (foto Brescia e Amisano)

 

> GLI SPETTACOLI IN SCENA IN ITALIA <

Confermato il resto del cast

Lo spettacolo di David McVicar, nato per il Covent Garden di Londra, che si avvale delle scene imponenti di Charles Edwards e dei sontuosi costumi d’epoca di Brigitte Reiffenstuel, segna il debutto scaligero del direttore milanese Giampaolo Bisanti.

Maria Agresta, al suo debutto come Adriana, verrà affiancata dal Maurizio di Yusif Eyvazov, nella vita compagno di Anna Netrebko, che canterà anche nelle rappresentazioni in cui era previsto Freddie De Tommaso, ritiratosi per indisposizione. Anita Rachvelishvili, si alternerà nel ruolo della Principessa di Bouillon con Elena Zhidkova mentre Michonnet in alcune repliche avrà la voce di Alessandro Corbelli, in alternanza con Ambrogio Maestri.

 

Davide Cornacchione

  Redattore

Studi classici e laurea in farmacia. La lettura del Macbeth di Shakespeare suggerita da una lungimirante insegnante di italiano in terza media ha stim...

>> continua