Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Classica

Riparte con cautela l'Accademia Filarmonica Romana

In preparazione dei festeggiamenti per il bicentenario della fondazione, ecco il nutrito programma dei prossimi due mesi.

Teatro Argentina
Teatro Argentina

Il 2021 sarà il bicentenario della fondazione dell’Accademia Filarmonica Romana, ma i festeggiamenti previsti saranno purtroppo condizionati dall’incertezza dell’emergenza Coronavirus, che impedisce di fare programmi a lunga scadenza.

Comunque per i prossimi due mesi è stato presentato un nutrito programma che si svolgerà nelle sedi consuete dell’Accademia, il Teatro Argentina per la musica da camera, il Teatro Olimpico per la danza e la Sala Casella per i giovani talenti.

I concerti del Teatro Argentina

L’inaugurazione spetta a I solisti aquilani prestigioso ensemble impegnato con Le quattro stagioni di Vivaldi accostate a Las quatro estaciones porteňas di Astor Piazzolla nella trascrizione per violino ed archi di Luis Bacalov.

L’eclettico violoncellista Giovanni Sollima accompagnato dal pianoforte di Giuseppe Andaloro presenterà un omaggio a Stravinskij in ricordo dello speciale rapporto del genio russo con l’Accademia Filarmonica, seguito da una rivisitazione del panorama rock progressive inglese degli anni Settanta.

Il Quartetto Prometeo sarà impegnato in un programma incentrato sulla musica da camera di Robert Schumann, con la collaborazione della giovane pianista coreana Yena Roth.

Musica e letteratura si incontrano nel progetto Alla ricerca di Orfeo, già in programma la scorsa stagione, con l’attrice Laura Torelli e l’ensemble L’Astrée diretto da Giorgio Tabacco.

Il 10 dicembre sarà l’occasione per ascoltare il grande violinista siberiano Vadim Repin con il suo prezioso Stradivari ‘Rode’ del 1743, accompagnato dal pianista Konstantin Lifshitz. In programma musiche di Grieg, Brahms, Prokof’ev e Bartok.

Vadim Repin

Danza al Teatro Olimpico

Per recuperare gli appuntamenti sospesi la scorsa primavera, torna per due serate SHINE Pink Floyd Moon, opera rock di Micha van Hoecke, con la musica dal vivo della band Pink Floyd Legend ed interpretato dai solisti e dal corpo di ballo della Compagnia Daniele Cipriani.

Gli incontri alla Sala Casella

Cerimoniali ritmici è uno sguardo sul repertorio contemporaneo dedicato alle percussioni in collaborazione con Blow Up Percussion, giovane ensemble romano che presenterà anche alcune prime esecuzioni assolute.

Tra l’altro si segnala il progetto a cura di Oreste Bossini incentrato sulla figura di Robert Schumann, scegliendo alcune parole emblematiche relative alla sua complessa personalità con musiche anche di Clara Wick, Brahms e Schubert eseguite da giovani interpreti.

Nuova collaborazione con il Festival Internazionale “Le strade d’Europa” con un concerto dell’Ars Lituanica Trio con un programma sulle musiche degli ebrei lituani mentre nella seconda parte ci sarà un omaggio ad Astor Piazzolla.

Proseguono inoltre i laboratori musicali di Allegro capriccioso per l’apprendimento musicale dei bambini da 0 a 3 anni in compagnia dei genitori.

 

Umberto Asti

  Redattore

Professore di scienze in pensione, antico frequentatore delle istituzioni musicali romane, orecchiante evoluto, organizzatore di concerti nelle scuole...

>> continua