Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Classica

Le sensibilità del romanticismo francese al Palazzetto Bru Zane di Venezia

Antoine Reicha,pioniere del romanticismo francese, e Charles Gounod, fra i massimiesponentidel suo tardo splendore:due poli di riferimento per la programmazione 2017/2018.

Le sensibilità del romanticismo francese al Palazzetto Bru Zane di Venezia

Primo e tardo Romanticismo a confronto: il Centre de Musique Romantique Française ha presentato la sua programmazione musicale 2017/2018, che non contempla solo gli appuntamenti nella sua sede veneziana del Palazzetto Bru Zane, ma anchesvariati altri in Francia e in giro per l'Europa.

Il maestro di Berlioz, Franck, Liszt, Gounod

Si parte con l'omaggio ad Antoine Reicha (1770-1836), compositore e didatta di riferimento della generazione romantica, la cui figura sarà al centro di un festival dal 23 settembre al 4 novembre 2017, con otto concerti cameristici - fra i partecipanti il Quartetto Mandelring, il Quartetto Ardeo, Christophe Coin e Julien Chauvin, il Klarthe Quintet, Ivan Ilić e il Trio Medici - integrati da due appuntamenti dell’Ex Novo Ensemble al Teatro La Fenice, e da un convegno di studi a Lucca.

Il Romanticismo di Gounod, tra mondanità e spiritualità

Che Charles Gounod (1818-1893) non si debba ricordare solo per Faust e Roméo et Juliette, due opere liriche da sempre amatissime, sarà compito del festival a lui intitolato nel bicentenario della nascita. Rassegna che nella primavera del 2018, dal 7 aprile al 5 maggio, allineerà otto appuntamenti volti ad esplorare vari aspetti del suo copioso catalogo musicale: mélodies, brani d’opera, quartetti, pagine per pianoforte, produzione sacra. Ecco alcuni degli esecutori: Hervé Niquet ed il Coro della Radio Fiamminga, il baritono Tassis Christoyannis e il pianista Jeff Cohen, il nostro Roberto Prosseda, il Quatuor Cambini-Paris.

Gounod in giro per l'Europa

L’omaggio a Gounod uscirà da Venezia, con riscoperte legate sia al repertorio sacro sia a quello operistico: nel 2018 a Monaco di Baviera ecco la prima esecuzione in tempi moderni di Le Tribut de Zamora, l'ultima opera da lui scritta; a Lipsia verrà invece riproposta Cinq Mars, trasposizione operistica del romanzo storico di Alfred de Vigny. In tournée per la Francia, la grandiosa Messe Solemnelle de Pâques. A giugno, Gounod sarà al centro del Festival Palazzetto Bru Zane a Parigi: punti focali la rappresentazione della Nonne sanglante all’Opéra Comique ed il Faust in forma di concerto al Théâtre des Champs Elysées, nella versione originale e inedita della prima rappresentazione del 1859. In Italia, a Padova, si potrà ascoltare – insieme ad altre composizioni - la cantata Marie Stuard et Rizzio composta per il "Prix de Rome" del 1838 e fino ad oggi mai eseguita; all'Auditorium di Milano l'Orchestra Verdi e Roberto Prosseda eseguiranno il virtuosistico Concerto per pianoforte con pedaliera. Svincolato dalle celebrazioni di Gounod, il primo Festival Palazzetto Bru Zane a Berlino, a dicembre 2017. Questi, e tutti gli altri numerosi appuntamenti del cartellone, sono consultabili al sito www.bru-zane.com

Gilberto Mion

  Redattore

Studi ad indirizzo classico. Già collaboratore del quotidiano Il Gazzettino, della rivista Pagine Venete e di altre testate regionali, ha&n...

>> continua