Cinema

Robert Redford, “il grande Gatsby” va in pensione

L’attore e regista mantiene la promessa fatta nel 2016: «Questo sarà il mio ultimo film da attore, faccio questo lavoro da quando avevo 21 anni».

Robert Redford
Robert Redford

Robert Redford dice addio alle scene. Il protagonista di pellicole indimenticabili – da A piedi nudi nel parco a Tutti gli uomini del presidente, passando per Butch Cassidy, La stangata e Il grande Gatsby - ha annunciato che andrà in pensione dopo il suo ultimo film, The Old Man and the Gun (in uscita negli Usa il 28 settembre e a dicembre nelle sale italiane).

La pellicola, diretta da David Lowery, racconta la storia di Forrest Tucker, un criminale realmente esistito, rapinatore di banche e maestro della fuga, evaso dal carcere di San Quintino all’età di 70 anni. «È stato un personaggio meraviglioso da interpretare a questo punto della mia vita», ha detto Redford.

Una promessa mantenuta… ma mai dire mai

Robert Redford e Jane Fonda a Venezia

«Ancora due film, poi smetto», aveva detto nel novembre del 2016. «Ho in ballo due lavori: Our Souls at Night con Jane Fonda, e The Old Man and a Gun, con Casey Affleck e Sissy Spacek. Poi mi concentrerò sulla regia».

Proprio come regista ha vinto l'Oscar nel 1981 per Gente comune; nel 2002 la seconda statuetta, come riconoscimento alla sua carriera. Influente anche il suo impegno nel mondo del cinema indipendente, testimoniato dal Sundance Film Festival, che ha fondato insieme al collega Sidney Pollack.

 

Dicendo addio al lavoro di attore, Robert Redford – 82 anni il prossimo 18 agosto - mantiene fede a quanto ribadito negli ultimi tempi. «Passata la boa degli 80 anni, dirigere produrre e dipingere è quello che mi dà più soddisfazione… ma mai dire mai».

 

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua