Cinema

Doppio successo italiano al Festival di Cannes 2018

La giuria della 71° edizione del Festival di Cannes, presieduta da Cate Blanchett, ha riconosciuto il vero valore delle pellicole in concorso e ha “regalato” ai film italiani due premi più che meritati.

Roberto Benigni e Marcello Fonte
Roberto Benigni e Marcello Fonte

Dopo alcune annate sottotono, la 71° edizione del Festival di Cannes verrà ricordata principalmente per la buona offerta cinematografica complessiva e per una premiazione che ha riconosciuto il vero valore delle opere in concorso. La giuria presieduta da Cate Blanchett - quasi a voler raddrizzare il torto subito nel 2015, quando i film di Matteo Garrone (Il racconto dei racconti) e di Alice Rohrwacher (Le meraviglie) vennero del tutto snobbati, nonostante il riscontro positivo alle proiezioni ufficiali -, ha scelto di attribuire due dei premi più ambiti proprio alle nuove pellicole dei due registi.

”Da piccolo quando ero a casa mia e pioveva sulle lamiere, chiudevo gli occhi e mi sembrava di sentire gli applausi. Invece adesso li apro e quegli applausi siete voi.” Marcello Fonte - Dogman

Lazzaro e il Canaro

Dogman e Lazzaro Felice portano a casa rispettivamente il premio al miglior attore, andato all'eccezionale “canaro” Marcello Fonte, e per la migliore sceneggiatura, in questo caso ex-aequo con Three Faces di Jafar Panahi. Ma tutto il Palmarès 2018 è stato all'insegna dell'equilibrio: dalla Palma d'oro al delicato capolavoro Shoplifters del giapponese Kore-eda Hirokazu, al Gran Premio della Giura a Spike Lee per BlacKKKlansman, nessuna forzatura intellettuale o “festivaliera”. E non era scontato, in un'edizione che, sulla carta e a gran voce, avrebbe dovuto ad ogni costo premiare le donne.



Qui i premi della 71° edizione del Festival di Cannes:

Palma dOro
Kore-eda Hirokazu – Shoplifters

Gran Premio della Giuria
Spike Lee – BlacKKKlansman

Premio della Giuria
Nadine Labaki – CapharnaumPalma d’Oro Speciale
Jean-Luc Godard - The Book of Images

Miglior Attore
Marcello Fonte – Dogman

Miglior Regista
Pawel Pawlikowski - Cold War

Miglior Sceneggiatura
Ex-Aequo
Alice Rohrwacher - Lazzaro Felice
Nader Saeivar - 3 Faces

Migliore Attrice
Samal Yeslyamova - My Little One

Caméra d’Or
Girl (Lukas Dhont)

Palma al Miglior Cortometraggio
All These Creatures (Charles Williams)
Special Mention: On The Border (Wei Shujun)

Alessandro Bronzini

  CAPOREDATTORE

“Bronz” (a parte i genitori, a memoria d'uomo pare che nessuno l'abbia mai chiamato Alessandro) è cultore di cinema: sacro il quartetto Walter Ma...

>> continua