Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Arte fuori dal palco

L'orizzonte poetico di Maria Cuono è Lorella Cuccarini

L'orizzonte poetico di Maria Cuono è Lorella Cuccarini

Maria Cuono, giornalista pubblicista e conduttrice radiofonica originaria di Agropoli (Salerno) dedica una partecipata silloge di poesie a Lorella Cuccarini, ballerina, showgirl e donna di successo impegnata nel sociale.
L’opera è una raccolta di 30 poesie, scritte dall’infanzia fino ai giorni nostri. E se le liriche che risalgono a episodi che ricordano l’infanzia e l’adolescenza, corrispondono emozioni realmente provate, perché vissute (Corrado, dedicata al ricordo del compagno di classe; Ieri; Ragazzo; Mille ricordi), col tempo e la maturità l’ispirazione dell’autrice si consolida, assumendo però un carattere più descrittivo, quasi come un “flusso di coscienza” (e di pensieri) che -  pur ponendosi come riflessioni su temi e fatti importanti del quotidiano (Quanto sangue versato!, Non abbandonare il tuo migliore amico! Serena) – sembrano rimanere fissati nel tempo in cui sono maturati.


A questo periodo appartiene Verso l’orizzonte, la poesia dedicata a Lorella Cuccarini, che dà il titolo a tutta la raccolta. Pur trasmettendo un senso di stima e amicizia nei confronti di colei al quale si rivolge, l’autrice qui non esprime emozioni “universali”, quanto un flusso di pensieri che attraversano la sua mente nel momento in cui la vita le offre la possibilità di conoscere meglio (e da vicino) la showgirl più amata dagli italiani. Ne può essere conferma la precisa indicazione della data del primo incontro con Lorella, avvenuto dal vivo “la sera del 20 dicembre 2002”.


Dal punto di vista stilistico, trovo parzialmente eccessivo il ricorso a frequenti troncamenti di parole come cuore e mare che, spesso in maniera ripetitiva si trasformano in cuor e mar, in contrasto con le “atmosfere evocative” di componimenti quali Mille ricordi e Il castello.
Mi auguro che la vena poetica di Maria Cuono non vada esaurendosi o trasformandosi troppo nel tempo, così da poter ritornare a un lirismo più intenso e immediato, pari a quello sperimentato (e vissuto) durante la propria giovinezza.
 

Maria Cuono
Verso l'orizzonte
Poesie
Casa Editrice Kimerik, Patti, maggio 2013
pp. 73 , € 12,00

 

 

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua