Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Arte fuori dal palco

‘Il talento di essere nessuno’: l’autobiografia di Luca Ward

Il libro di Luca Ward: una colonna del doppiaggio italiano si spoglia della sua immagine e racconta senza remore l’uomo e l’artista.

Luca Ward
Luca Ward © Fabrizio Cestari

Luca Ward è la VOCE, quella amata, quella che riesce a veicolare l’ammirazione anche verso gli attori a cui si presta. Attore, doppiatore, performer, di soddisfazioni personali ne ha collezionate molte. Ora si aggiunge anche quella letteraria con la sua autobiografia Il talento di essere nessuno, pubblicata da Sperling & Kupfer e da pochi giorni in libreria.

Complice il lockdown che ha portato ognuno di noi a un’attenta riflessione su ciò che siamo e ciò che si muove intorno a noi, Luca Ward si racconta senza tralasciare nulla, ripercorre la sua vita tracciando un bilancio di ricordi, emozioni, momenti più o meno belli della sua vita. Sessant’anni sono un bel tratto di strada, segnata da ostacoli sconosciuti al pubblico e che in questa biografia vengono alla luce, per scelta sua e della famiglia. 

Scopriamo così che Luca sfida quotidianamente la malattia della figlia Luna, ha un occhio costante sulla ricerca. Utilizza insomma tutta la forza e la buona volontà per superare gli ostacoli, senza mai perdere di vista i punti fermi della sua vita. E questa forza, tra le pagine, si percepisce tutta.

(dal Profilo Facebook di Luca Ward)

Il talento di essere nessuno: superare se stessi, sempre!

"A tutti quelli che credono di non farcela. Non è così." Questo è il pensiero, il primo, una dedica. E’ già chiarificatore di quello che si incontrerà nella lettura. Non è un lavoro autoreferenziale ma una mano tesa a quanti non hanno fiducia in loro stessi, che pensano di non avere le ‘carte giuste’ per poter realizzare i loro obiettivi. 

Il Luca Ward che conosciamo oggi è diverso dal Luca bambino. Ha conosciuto l’indigenza, si è cimentato nei lavori più disparati prima di arrivare alla professione che lo ha reso celebre. Il libro è pieno di episodi che fanno capitolare, ogni pagina è un trampolino di lancio verso la positività perché ogni sfida, emozione, situazione affrontata è lo specchio della normalità, che è anche nostra e per la quale vorremmo trovare delle risposte. Ne Il talento di essere nessuno’ di risposte ce ne sono molte.

Scritto con semplicità, diretto, estremamente umano, è un regalo per chi segue professionalmente Luca Ward ma è un’ottima lettura per i giovani. In questo tempo dove a tutto si vuole arrivare con tempismo e facilità, il percorso di questo artista è senz’altro istruttivo: 

‘Ho avuto il coraggio, o forse il privilegio, di poter scegliere il mio percorso artistico, ma se c’è una cosa di cui sono certo è che sono stati gli anni di studio e sacrificio a portarmi fin qui. È stata una strada lunga, avventurosa e straordinariamente bella. Dove mi condurrà di qui in avanti, sono curioso di scoprirlo’. 
(Luca Ward – Il talento di essere nessuno)

La Copertina del libro


Ha dato la voce a Russell Crowe nel Gladiatore, a Samuel L. Jackson in Pulp Fiction, a Pierce Brosnan in James Bond, e anche a Hugh Grant nel Diario di Bridget Jones. E questo solo per citare alcuni nomi. 
Luca Ward è senza dubbio il più celebre doppiatore italiano, ma è anche molto di più. È un attore di straordinario talento che ha calcato palcoscenici leggendari e che è diventato un volto noto del piccolo schermo per aver preso parte a fiction come Cento Vetrine ed Elisa di Rivombrosa. 

Il pubblico lo ama e lo segue con grandissimo interesse sui social, dove raccoglie più di un milione di fan grazie alla sua ironia e alla sua genuinità. Ma la verità è che di lui si sa molto poco. L’adolescenza difficile, gli amori appassionati e il legame indissolubile con il mare: per la prima volta, Luca Ward si mette a nudo. Un libro sorprendente che racconta, attraverso aneddoti e ricordi, tutta la verità sul mondo del cinema e del doppiaggio, e che non risparmia il lato più intimo e privato di Luca Ward. Una storia toccante e divertente che parla di talento: il talento di essere, allo stesso tempo, tutti e nessuno.

Luca Ward è nato nel 1960 a Roma, dove vive tuttora con la famiglia. Doppiatore e attore di grandissimo successo, è padre di tre figli. Il talento di essere nessuno è la sua autobiografia, un sorprendente racconto della sua vita privata e professionale.

La scheda del libro

Il talento di essere nessuno
Autore: Luca Ward
Editore: Sperling & Kupfer

Per acquistarlo.
Amazon: https://amzn.to/2OS694T
Mondadori: https://bit.ly/3fHVTaz

 

Maria Domenica Ferrara

  CAPOREDATTORE

Romana de’ Roma – e ne va fiera: Maria Domenica (o come la chiamavano tutti, Mary) è da sempre amante dello spettacolo. Dopo un master in comunic...

>> continua