Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Teatro

Luisa Ranieri: “Mio marito Luca Zingaretti in scena ci spreme, ma ci appassiona”

Intervista all’attrice napoletana, in scena anche in questa stagione con “The Deep Blue Sea” in uno dei ruoli femminili più intensi mai scritti per la drammaturgia contemporanea, diretta dal marito Luca Zingaretti.

Luisa Ranieri
Luisa Ranieri

Quando le passioni ci sconvolgono, quando l’amore ci travolge e diventa “amour fou”, l’amore folle… cosa siamo disposti a fare e a sacrificare per ottenere l’oggetto del desiderio? Lo vedremo in The Deep Blue Sea, il capolavoro di Terence Rattigan, uno dei più celebri drammaturghi inglesi del XX secolo, che ha disegnato una storia piena di passioni ambientata nella borghesia inglese degli anni ‘50. 

Luisa Ranieri, attrice napoletana e moglie del regista Luca Zingaretti, ha raccontato a Teatro.it alcuni suoi punti di vista su questa esperienza.
 

La domanda intorno a cui gira lo spettacolo è la stessa che tutti noi, prima o poi, ci facciamo: "Cosa siamo capaci di fare per inseguire l’oggetto del nostro amore?" Quando le è capitato di innamorarsi in modo travolgente, che cosa ha fatto di veramente folle?
Tutti noi facciamo delle follie per amore, soprattutto da giovani quando ogni emozione è un treno che ti arriva addosso e ti travolge sembra in maniera irreversibile, totale, incontrollabile. Ma non mi sono mai gettata via, non ho mai perso il rispetto di me stessa.


Com'è farsi dirigere a teatro dal proprio marito? Come la guida?
Luca è un regista formidabile. È molto appassionato quando dirige, cerca di far uscire ogni sfumatura dal personaggio, costringe gli attori ad un duro lavoro su sé stessi per trovare l’emozione giusta. È molto attento ai particolari, per lui ogni cosa è importante. È affascinante lavorare con lui, ci spreme, ma appassiona tutti.

"The deep blue sea" è un testo dove le donne emergono con tutta la loro forza, anche nelle difficoltà. Siamo ancora lontani dalla parità di genere, secondo lei?
Molto, moltissimo è stato fatto, ma molto c’è ancora da fare in ambito di diritti, di riconoscimenti, di possibilità. Spesso ci si perde in quisquilie, ma ci sono ancora molto nodi importanti da sciogliere.  

Sempre in tema donne: lei è cresciuta in una famiglia matriarcale e, guarda il caso, ha due figlie femmine. Che regole applica, in un mondo senz'altro diverso da quello in cui era bambina lei?
I valori sono sempre gli stessi: l’onestà, il rispetto per sé stessi e per gli altri, il coraggio, la dignità… questi sono valori immutabili. Alle mie figlie cerco di insegnare che non esistono scorciatoie, che ci vuole impegno, che siamo liberi solo se lo possono essere gli altri e che ci vuole amore per sé stessi e per gli altri, altrimenti la nostra umanità è un dono sprecato e deturpato.


Per INFO e DATE dello Spettacolo: The Deep Blue Sea

Qui TUTTI GLI SPETTACOLI in scena In Italia.

 

Michela Pigola

  Redattore

Milanese d'adozione, amo i fumetti e il teatro, soprattutto se ci sono commistioni e trasposizioni. Ho perso 7 diottrie per i troppi libri letti, ma ...

>> continua