Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Musica

Intervista a Harry Hess degli Harem Scarem!

Intervista a Harry Hess degli Harem Scarem!
Gli Harem Scarem stanno tornando! E lo faranno col botto; il nuovo "Human Nature" e' pronto a invadere il mercato mondiale in un mix di grandissimo melodic rock, supportato come sempre da una band davvero carica e compatta. Per l'occasione, in fase di promozione del nuovo lavoro, eccomi a scambiare due parole col disponibilissimo vocalist degli Harem Scarem, Mr. Harry Hess. Del nuovo album e di molto altro ancora nelle righe che seguono...Enjoy It guys! CIAO HARRY! HO FINITO PROPRIO DA POCHI MINUTI DI RIASCOLTARMI PER L'ENNESIMA VOLTA IL VOSTRO NUOVO "HUMAN NATURE" E A STENTO RIESCO A TRATTENERE L'ENTUSIASMO. AVETE FATTO CENTRO UN'ALTRA VOLTA RAGAZZI, COMPLIMENTI. Grazie Massimo. Sai, per noi e' importante sapere di aver dato il 100% di noi stessi e credo che con questo nuovo album i nostri fans troveranno tutto quello che hanno sempre amato dagli Harem Scarem: melodie, cori possenti, aperture chitarristiche e tanta energia. Il processo di composizione come sempre d'altro canto e' durato poco; non amiamo rinchiuderci in studio per troppo tempo. Siamo entrati a maggio-giugno e a settembre era tutto pronto; avevamo gia' perecchio materiale pronto da dopo "Overload" (il loro penultimo album n.d.r.), ma le canzoni che senti su "Human Nature" sono nuove e frutto del lavoro dell ultimo anno. QUINDI NESSUNA TRACCIA E' UNO "SCARTO" DELLE SESSION DI "OVERLOAD"? Assolutamente no! C'e' da dire che all'indomani dell'uscita di "Overload" i nostri fans si sono divisi; chi ha apprezzato una sterzata meno corale e aor e chi invece ha storto un po' il naso visto il cambiamento di rotta rispetto a "Higher". A postumi, sai Massimo, direi che anche noi guardandoci dentro abbiamo capito che il cuore pulsante degli Harem Scarem risiede in album come "Mood Swing", "Weight Of The World" o appunto "Higher" e quindi credo sia stato un processo naturale tornare, come dire, "sui propri passi" e sfornare un lavoro come "Human Nature". "HUMAN NATURE" E' IN EFFETTI QUANTO DI PIU' VICINO ESISTA A LAVORI COME "MOOD SWING" E "HIGHER" PER LA SUA FRESCHEZZA E MELODIA. GIA' DALLE PRIME NOTE DELLA TITLE TRACK "HUMAN NATURE" SI CAPISCE CHE SARA' UN ALBUM SOLARE E MELODICO FARCITO DI POSSIBILI SINGOLI DI SUCCESSO COME "NEXT TIME AROUND" CHE E' DAVVERO STREPITOSA! Right Man! Hai fatto centro! "Next Time Around" ma anche "Human Nature" o "Tomorrow May Be Gone" sono canzoni mid tempo trascinanti che non mancheranno nei prossimi live show e che costituiscono la linfa vitale della band. Amiamo molto suonare brani come "Honestly", cio' che la gente chiama i "lenti", ma tendiamo a mantenere i nostri show movimentati quindi sotto con canzoni veloci ritmate che scaldano l'audience e credo che il nuovo materiale sara' davvero micidiale dal vivo! PARLANDO PER UN MOMENTO DI TESTI CHE MI DICI AL RIGUARDO? MI CADE L'OCCHIO SU UNA CANZONE COME "HUMAN NATURE". UN INNO A NON ABBATTERSI MAI? "Human Nature" e' il non stancarsi mai della vita in tutte le sue forme e in tutti i suoi alti e bassi. Come canto "..e' solo la natura umana, non possiamo farci di piu'..". Tanti sbagli, tante discese ma anche tante salite e vittorie nella vita, non credi? Vedere il lato positivo in tutto anche quando il mondo sembra sgretolarsi da un momento all altro. OTTIMISMO HARRY...QUELLO CHE CI VUOLE NELLA VITA. ANCHE "21" MI SEMBRA SIA INTERESSANTE COME LIRICHE. Beh, chi non ha figli? E noi tutti vorremmo il meglio per loro anche in quella fase della loro vita dove sembrano sfuggirci dalle mani. Li vediamo crescere e cambiare abitudini, fare scelte giuste o sbagliate e mai come l'eta' dei 20 anni e' un traguardo importantissimo per un ragazzo/a. L'abbiamo voluto cantare al mondo. E A PROPOSITO DI CANTARE, SPERO CHE QUESTA SIA LA VOLTA BUONA PER VEDERVI IN EUROPA E ,PERCHE' NO, IN ITALIA FINALMENTE. Lo spero Massimo. Il nostro primo mercato rimane sempre l'Asia e in particolare il Giappone. Lì abbiamo vinto i nostri primi dischi d'oro e le nostre prime lunghe e fortunate tournee; poi subito dopo l'Europa, ma non tutta purtroppo. Inghilterra e Germania in primis dove abbiamo suonato in qualche show di supporto o in qualche festival. Sarebbe bello poter tornare da headliner e arrivare fin da voi in Italia. Sono stato a Bologna parecchi anni fa ed e' una citta' bellissima, ma sarebbe splendido vedere Firenze, Roma, Venezia, Pisa ecc..avete cosi' tanta storia e cultura; speriamo davvero che qualche promoter sia interessato e ci proponga qualcosa di interessante. E IN CANADA A CASA VOSTRA COME VANNO LE COSE? FARETE QUALCHE TOUR? Ma guarda..sembrera' incredibile ma la situazione qui in Canada e' un po' triste. Detto proprio fuori dai denti vanno a suonare solo I GRANDI! E' la solita storia: o entri nel circuito di Mtv e similari e allora fai grandi tour, altrimenti non ti considera nessuno. Si, qualche data la facciamo qua e là ma la risposta piu' grande non e' sicuramente quella canadese. UN PO' COME SUCCEDE NEGLI STATES...MA FACCIAMO UN BALZO INDIETRO NEL TEMPO E ANDIAMO A COLLOCARCI AGLI INIZI. QUANDO USCI' "HAREM SCAREM" NEI PRIMI ANNI 90 FACESTE DAVVERO IL BOTTO DI VENDITE E ASCOLTI. COSA RICORDI DI QUEGLI ANNI? Ah...furono anni davvero veloci e sempre in movimento. Eravamo giovani e inesperti ma con tanta carica e voglia di spaccare il mondo! Usci' in un battibaleno "Harem Scarem" e senza neanche accorgersene ci ritrovammo in tour con i Foreigner; da lì il balzo col nostro secondo lavoro "Mood Swing" che ci consacro' a livello mondiale. Abbiamo passato qualcosa come 4/5 anni in giro tra studi di registrazione tour e ancora studio. Era snervante, ma eravamo felici di essere finalmente delle "rockstar". Poi il mercato e' cambiato... e' arrivato il grunge e tutto e' mutato, ma credo che mai come in questi ultimi 2 o 3 anni il rock melodico sia tornato prepotentemente. NE PARLAVO PROPRIO QUALCHE GIORNO FA..CREDO CHE ASSISTEREMO AL RITORNO DEL GRANDE ROCK IN QUESTI ANNI. SU DI VOI C'E'DA DIRE UNA COSA IMPORTANTISSIMA: AVETE CRETAO UN VOSTRO STILE UNICO E INIMITABILE. E' FUORI DISCUSSIONE CHE QUANDO SI SENTE UN VOSTRO BRANO E' HAREM SCAREM AL 100%. Ti ringrazio tanto. Sia io che Pete (chitarrista n.d.r.) cerchiamo sempre delle soluzioni nuove sia al livello vocale che di ritmiche e assoli, senza mai snaturarci ma cercando di rinnovarci volta dopo volta. Il vero trademark della band e' la grande unione che ci lega ormai da tantissimi anni: io Pete, Berry e Craighton siamo come fratelli. UN ULTIMA DOMANDINA HARRY...MA CHI E' HARRY HESS FUORI DAGLI HAREM SCAREM? Bella domanda questa! Sai quando non sono in promozione o in giro per i mondo a suonare amo stare con le mie figlie e con la mia famiglia. Credo che essere realizzati con la musica e con la propria vita privata ma soprattutto con se stessi sia la cosa piu' importante.

Massimo Agliardi

  MUSICISTA di CREMONA

Rock On !!!! Life Is Music!...

>> continua